Dermatite palpebrale

Reazione infiammatoria della pelle che interessa la palpebra superiore e, con meno frequenza, anche quella inferiore

 

Cos’è la dermatite palpebrale

La dermatite palpebrale è una reazione infiammatoria della pelle che colpisce l’area intorno all’occhio e interessa la palpebra superiore (più frequente) o quella inferiore. Con questo termine vengono identificate tutta una serie di reazioni dermatologiche associate alla palpebra che possono dipendere sia da una reazione immunitaria, come nel caso di allergia, sia da alcune patologie della pelle, tra cui la più frequente è la dermatite atopica palpebrale.

Proprio a causa dei tantissimi fattori che portano all’insorgenza di tale condizione, questo tipo di dermatite è molto comune e le sue manifestazioni possono variare da secchezza e prurito, fino a un vero e proprio edema della palpebra.

Quali sono i sintomi della dermatite palpebrale 

Le manifestazioni cliniche di questa condizione dermatologica dipendono dalla causa scatenante e possono presentarsi sia in maniera acuta che cronica. Solitamente, quando iniziano a comparire i primi segni, come prurito e irritazione, l’errore comune è quello di cercare sollievo strofinando la palpebra con la mano. Questa azione, però, provoca un aumento della sintomatologia, poiché strofinare l’occhio acuisce l’infiammazione ed espone la parte di pelle interessata all’azione di altre sostanze che possono peggiorare la condizione. 

Tra i sintomi della dermatite palpebrale troviamo:

- Irritazione 
- Prurito 
- Gonfiore 
- Bruciore 
- Vescicole e croste 
- Edema 
- Congiuntivite 
- Lacrimazione eccessiva 

Un altro sintomo che colpisce spesso i soggetti che presentano dermatite palpebrale è l’iperemia, una condizione in cui è presente un’eccessiva quantità di sangue all’interno dei vasi di una determinata regione corporea, come risposta all’infiammazione.

Quali sono le cause della dermatite palpebrale 

I fattori alla base dell’insorgenza di dermatite palpebrale sono davvero moltissimi e possiamo dividerli in tre macrogruppi differenti: fattori patologici, fattori immunologici e fattori ambientali. Nel primo gruppo troviamo le dermatiti, tra cui quella atopica e quella seborroica che, spesso, portano all’infiammazione della palpebra. Per quanto riguarda i fattori immunologici, invece, molte volte questa condizione è scatenata dalla reazione a un allergene che viene a contatto con la palpebra. Infine, i fattori ambientali riguardano sia l’utilizzo di alcuni farmaci, come gli antibiotici, che possono avere come conseguenza l’infiammazione della palpebra, sia l’uso di trucchi o detergenti aggressivi. 

Tra le cause di dermatite palpebrale possiamo citare:

- Dermatite atopica
- Dermatite seborroica 
- Infezioni virali e batteriche 
- Rosacea oculare 
- Punture di insetti 
- Reazioni allergiche 
- Dermatite da contatto 
- Uso di alcuni farmaci (penicilline)
- Psoriasi 
- Detergenti o trucchi aggressivi 

La pelle delle palpebre, a differenza del resto del corpo, non possiede le ghiandole sebacee. Questa mancata produzione di sebo rende impossibile impermeabilizzare la pelle delle palpebre che, quando vengono bagnate, specialmente in presenza di saponi, shampoo o altre sostanze aggressive, rimangono umide andando incontro a un rischio maggiore di infiammazione.

Dermatite palpebrale: i rimedi del farmacista 

Le cure per la dermatite palpebrale dipendono dalla causa che ha portato all’insorgenza di questa condizione. In linea generale, si utilizzano pomate sulla parte interessata per 4-5 giorni, in modo da ridurre i sintomi e permettere all’infiammazione di guarire e, in combinazione alle terapie topiche, nel caso di una dermatite allergica, possono anche essere utilizzati antistaminici per uso orale.

Tra i rimedi per la dermatite palpebrale vi è, per esempio, la crema Atoderm Intensive Eye di Bioderma che calma l’irritazione e idrata la pelle. Quando i sintomi sono più severi, si può ricorrere ad una crema lenitiva per la dermatite palpebrale come la pomata Osmin Top, che calma la sensazione di prurito e irritazione. Inoltre, quando si riconosce una causa specifica, si può agire per ridurre i sintomi dovuti a quella precisa condizione: ad esempio, si può utilizzare il trattamento normalizzante di BioNike in caso di dermatite seborroica o la crema Atopi Control di Eucerin in caso di dermatite atopica. Esistono anche alcuni rimedi naturali per la dermatite palpebrale molto efficaci nel contrastare i sintomi, come gli impacchi di camomilla direttamente sulla palpebra o l’utilizzo di gocce oculari, sempre a base di camomilla, che alleviano l’arrossamento delle mucose oculari, riducendo il fastidio.