Psoriasi

Eritema, desquamazione e prurito? Sono i sintomi di una malattia infiammatoria della pelle

 

Cos’è la psoriasi 

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle che si manifesta con un ispessimento della cute, ricoperta da squame di colore grigio-argenteo. 

Questa patologia dipende dall’interazione tra sistema immunitario e fattori ambientali. Quando il corpo incontra traumi fisici e cutanei, reagisce producendo sostanze che facilitano la riparazione del danno. Nei soggetti predisposti, queste sostanze stimolano i linfociti (classe di globuli bianchi) a produrre fattori che inducono le cellule della pelle a riprodursi troppo velocemente, formando, in tal modo, ispessimento e placche squamose. In genere, le placche della psoriasi colpiscono a livello dei gomiti, cuoio capelluto, viso, mani e piedi, ma possono colpire qualsiasi parte del corpo. Questo disturbo può insorgere a qualsiasi età, senza differenza tra uomo e donna, anche se, nella maggior parte dei casi, compare tra i 15 e i 35 anni.

Quali sono i sintomi della psoriasi 

La psoriasi si presenta sotto forma di papule o placche rosse dai margini netti. La malattia ha un decorso ciclico in cui si alternano stati asintomatici a stati in cui i fastidi diventano più severi, generalmente nel periodo invernale. 

Tra i sintomi della psoriasi troviamo:


- Placche e papule 
- Eritema 
- Desquamazione 
- Senso di tensione 
- Prurito 
- Bruciore 

I sintomi della psoriasi sono molto variabili, a seconda della forma in cui si presenta questo disturbo. Esistono molte varianti di questa patologia ma, se ne riconoscono 5 tipi più comuni: 


- Psoriasi volgare (80% forma più comune)
- Psoriasi guttata (10% dei casi)
- Psoriasi inversa 
- Psoriasi eritrodermica (meno del 3%)
- Psoriasi pustolosa (meno del 3%)

Non sempre queste varianti sono ben definite e capita anche che siano presenti anche più forme cliniche della malattia nello stesso paziente.

Quali sono le cause della psoriasi 

La psoriasi è una malattia della pelle che rientra nel macro-gruppo delle dermatiti. È una patologia le cui cause non sono ancora del tutto note, ma si pensa abbia un’origine multifattoriale in cui la componente genetica e i fattori ambientali agiscono in sinergia. La componente genetica è molto forte ed è dimostrata dal fatto che il 30% delle persone con psoriasi hanno familiari ugualmente affetti. La genetica, tuttavia, non è in grado di scatenare da sola questa patologia che risponde a stimoli ambientali e altri fattori scatenanti come, ad esempio, lo stress psico-fisico. 

Tra le cause di psoriasi più frequenti possiamo elencare:


- Stress e ansia 
- Traumi e ferite 
- Infezioni 
- Scottature solari 
- Alcuni farmaci (litio, ace inibitori)
- Fumo e abuso d’alcol 

La psoriasi si associa frequentemente ad altri disturbi che presentano una base infiammatoria o autoimmune, tra i quali: ansia e depressione, celiachia, morbo di Crohn, fegato grasso, colesterolo alto. 

Psoriasi: i rimedi del farmacista

In base alla varietà delle forme cliniche di questa patologia, non è possibile individuare un piano terapeutico generale per la regressione dei sintomi. 

I rimedi per la psoriasi dipendono dalla gravità dei disturbi e dalla localizzazione delle squame. Per esempio, quando la psoriasi colpisce il cuoio capelluto è possibile utilizzare uno shampoo come Ducray Kertyol per offrire sollievo alla cute. Per quanto riguarda le forme di psoriasi lievi, si possono utilizzare alcuni principi attivi che svolgono azioni differenti: la crema Dermovitamina Calmilene, per esempio, mantiene la pelle morbida e idratata, riducendo la desquamazione e il prurito, mentre la lozione Glicosal a base di acido glicolico e salicilico tende ad avere un’azione profonda sulle squame in modo da favorire la penetrazione degli altri principi attivi. Altri farmaci utilizzati contro questa malattia sono gli antinfiammatori cortisonici e, negli ultimi tempi, anche gli analoghi della Vitamina D che sono diventati i farmaci di riferimento per il trattamento topico della psoriasi