Ulcera

Lesione di un tessuto che manifesta sintomi diversi a seconda della sua localizzazione

 

Cos’è l’ulcera 

L’ulcera è una lesione della pelle, di un tessuto epiteliale o l’erosione di una mucosa a lenta o assente cicatrizzazione. Con il termine ulcera, nel linguaggio comune, si identifica quasi sempre l’erosione della mucosa gastrica o intestinale. In realtà, questo termine è esteso a qualsiasi lesione che comporti un’erosione della superficie della cute o di altri distretti anatomici. 

Un esempio può essere l’ulcera varicosa, che è una lesione della cute dovuta a una compromessa circolazione sanguigna, o l’ulcera corneale, che sopraggiunge quando un processo infettivo provoca una lesione a carico della cornea dell’occhio. L’ulcera peptidica, invece, riguarda l’erosione della mucosa dell’apparato digerente e si divide in ulcera gastrica e ulcera duodenale.

Quali sono i sintomi dell’ulcera 

I sintomi caratteristici dell’ulcera sono bruciore e dolore e sono presenti in quasi tutti i tipi di ulcerazioni. Per comprendere nello specifico le manifestazioni cliniche che questa lesione porta con sé, dobbiamo prima fare una distinzione tra i vari tipi di ulcera. Prenderemo in esame l’ulcera peptica e l’ulcera corneale.

I sintomi dell’ulcera gastrica:


- Dolore
- Bruciore 
- Nausea e vomito 
- Calo di peso corporeo 

Il dolore e il bruciore sono localizzati nella parte alta e centrale dell’addome, insorgono entro i primi 30 minuti dopo il pasto e, dopo un benessere temporaneo, l’assunzione di cibo può indurne la riacutizzazione. 

I sintomi dell’ulcera duodenale:


- Dolore addominale 
- Nausea e vomito 
- Risveglio notturno 
- Gonfiore 

Le manifestazioni cliniche compaiono da 1 ora e mezza a 3 ore dopo i pasti e l’assunzione di cibo tende ad alleviare i sintomi.

I sintomi dell’ulcera corneale:


- Fotofobia
- Dolore oculare
- Sensazione di corpo estraneo 
- Lacrimazione eccessiva 
- Arrossamento  

I sintomi dell’ulcera perforata:


- Dolore intenso
- Nausea e vomito 
- Perdita dell’appetito 
- Emorragia gastrica 
- Emissione di sangue in vomito e feci 

L’ulcera perforata è, invece, una complicazione dell’ulcera peptidica e compare quando le lesioni si propagano in profondità. Se non trattata tempestivamente può portare anche a una peritonite acuta.

Quali sono le cause dell’ulcera 

Le cause dell’ulcera sono molteplici e diverse in base alla localizzazione della lesione. Per ciò che concerne l’ulcera peptidica questa è spesso associata alla presenza di Helicobacter Pylori e a uno squilibrio tra la produzione di succhi gastrici e la resistenza della mucosa che riveste le pareti di stomaco e intestino. Per quanto riguarda invece l’ulcera corneale questa è causata da infezioni batteriche, micotiche o virali, da traumi o lesioni e da alcune patologie come l’occhio secco.

Tra le cause dell’ulcera possiamo citare:


- Aumento della produzione di succhi gastrici
- Diminuzione dello strato mucoso che protegge l’apparato digerente 
- Helicobacter Pylori
- Fumo di sigaretta
- Abuso di alcol
- Abuso di farmaci 
- Ansia e stress
- Diabete 
- Cattiva circolazione

Le ulcere da decubito, poi, conosciute come piaghe da decubito, sono lesioni della cute causate da situazioni di prolungata immobilità.

Ulcera: i rimedi del farmacista 

I rimedi per l’ulcera si dividono in base a gravità e localizzazione della lesione. 

Il trattamento per l’ulcera peptidica si basa sull’utilizzo di farmaci antiacidi o farmaci antireflusso come Gaviscon. Nelle forme più severe, invece, vengono impiegati antagonisti del recettore H2 o inibitori della pompa protonica che hanno la funzione di diminuire la produzione di acido all’interno dell’apparato digerente. Nel caso di ulcere gravi o perforate può essere necessario un intervento chirurgico per riparare i tessuti danneggiati. 

Nel caso di ulcere cutanee è consigliato l’utilizzo di una crema idrofila che forma una barriera protettiva sulla cute, agevolando i processi di riparazione.