SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

📆Scopri il nostro Calendario dell'Avvento digitale🎄

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€

3331850577     800699743

Kenacort - Foglietto Illustrativo

Kenacort un medicinale che appartiene al gruppo dei corticosteroidi sistemici, a base di triamcinolone acetonide

Indice Foglietto Illustrativo

  1. Cos’è
  2. Formulazione
  3. A cosa serve
  4. Principio Attivo
  5. Precauzioni per l'uso
  6. Gravidanza e allattamento
  7. Modalità d'uso
  8. Dosaggio
  9. Effetti collaterali
  10. Scadenza e conservazione

Kenacort 40 mg/ml sospensione iniettabile 

 

Cos’è Kenacort 

 

Kenacort è un medicinale che appartiene al gruppo dei corticosteroidi sistemici, a base di triamcinolone acetonide, indicato negli adulti e nei bambini sopra i 6 anni per il trattamento delle infiammazioni quando la terapia orale non è possibile.

 

Kenacort: formulazioni

 

  • Kenacort 40 mg/ml sospensione iniettabile 

 

A cosa serve Kenacort

 

Kenacort è un medicinale del gruppo dei corticosteroidi semisintetici, indicato nel trattamento delle infiammazioni, in particolare:

Inoltre, viene utilizzato nel caso di malattie artritiche generalizzate come supporto al trattamento con altri medicinali, specialmente attraverso iniezione in un’articolazione per trattare il gonfiore, il dolore e la rigidità.

 

Principio attivo Kenacort

 

Il principio attivo ala base di Kenacort è il triamcinolone acetonide (TAA), un corticosteroide sintetico utilizzato per il trattamento delle infiammazioni di vario genere.

Il suo meccanismo d’azione si basa sulla capacità di indurre l’espressione dell’enzima lipocortina, il quale inibisce la fosfolipasi A2 e riduce la disponibilità dell’acido arachidonico.

La ridotta concentrazione di queste molecole si traduce in una modesta sintesi di tutti quei mediatori dell’infiammazione come leucotrieni, prostaglandine e prostacicline, con conseguente controllo del processo infiammatorio e dei danni tissutali.



Precauzioni per l’uso 

 

Non utilizzare Kenacort in caso di:

  • Allergia al principio attivo o altri componenti del farmaco
  • Infezione sistemica
  • Disturbi da coagulazione del sangue 
  • Porpora

Inoltre, è bene informare il medico prima di assumere Kenacort in caso di:

  • Problemi alla tiroide
  • Cirrosi epatica
  • Ipotiroidismo 
  • Herpes simplex oculare
  • Depressione o malattia mentale
  • Colite ulcerosa
  • Accumuli di pus
  • Diverticolite 
  • Anastomosi intestinale recente 
  • Ulcera peptica 
  • Ipertensione
  • Insufficienza renale, cardiaca
  • Tromboflebite 
  • Osteoporosi
  • Esantema
  • Diabete 
  • Convulsioni 

Nelle pazienti di sesso femminile l’uso di Kenacort può portare ad irregolarità mestruali mentre, nelle donne in post-menopausa può causare sanguinamento vaginale

L’uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare positività ai test. Kenacort non è raccomandato nei bambini di età inferiore ai 6 anni.

 

Gravidanza e allattamento 

 

L’uso di Kenacort durante la gravidanza o l’allattamento al seno deve essere attentamente valutato dal medico e prescritto solo in caso i benefici superino i rischi.

Dosi elevate di Kenacort in gravidanza possono causare un’alterata funzione delle ghiandole surrenali nel bambino con ridotta produzione di uno o più ormoni.

 

Come prendere Kenacort

 

La posologia di Kenacort è stabilita dal medico in base al tipo di patologia e alla gravità dei sintomi.

Prelevare la sospensione dal flacone con la siringa e praticare l’iniezione immediatamente dopo il prelievo, in modo da evitare che si formino depositi nella siringa.

La somministrazione intramuscolare deve essere effettuata nei muscoli del gluteo mentre, la somministrazione intra-articolare o intra-borsale deve essere effettuata da un medico esperto.

Per qualsiasi dubbio o incertezza sulla modalità di assunzione contattare il medico o il farmacista.

 

Kenacort: dosaggio

 

La dose raccomandata di Kenacort negli adulti e nei bambini al di sopra dei 12 anni è di 60 mg. In genere, il dosaggio varia tra i 40 e gli 80 mg, a seconda della risposta del paziente e della durata della remissione.

Pazienti affetti da febbre da fieno o asma da polline che non rispondo ad altre terapie possono ottenere una remissione dei sintomi perdurante l’intera stagione dei pollini con una sola iniezione di 40-100 mg di Kenacort.

Il dosaggio raccomandato nei bambini da 6 a 12 anni è di 40 mg, sebbene la posologia dipenda più dalla gravità dei sintomi che dall’età o dal peso corporeo.

Il sovradosaggio può includere confusione, ansia, depressione, crampi, sanguinamento gastrointestinale, ecchimosi, ipertensione. A seguito della terapia prolungata, l’interruzione del trattamento può causare insufficienza surrenalica acuta.

In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di Kenacort rivolgersi al medico o recarsi al più vicino ospedale.

 

Effetti collaterali

 

Come tutti i medicinali anche Kenacort può causare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino, tra cui:

  • Aumento del dolore
  • Febbre
  • Malessere
  • Gonfiore a livello articolare
  • Reazione allergica grave
  • Shock anafilattico

La comparsa di uno o più di questi sintomi deve portare all’immediata interruzione del trattamento: altri effetti indesiderati includono:

  • Infezione
  • Mal di testa
  • Opacizzazione del cristallino
  • Reazioni in sede di iniezione 
  • Ascesso sterile 
  • Ritenzione di liquidi o di sodio
  • Malattie mentali 
  • Depressione
  • Convulsioni
  • Sincope 
  • Neurite
  • Parestesia
  • Cecità 
  • Glaucoma
  • Vertigine
  • Indebolimento del cuore
  • Ipertensione
  • Embolia
  • Tromboflebite
  • Vasculite necrotizzante 
  • Ulcera peptica 
  • Pancreatite 
  • Esofagite ulcerativa
  • Petecchie 
  • Eritema 
  • Osteoporosi, osteonecrosi
  • Amenorrea
  • Abbassamento delle difese immunitarie
  • Diminuiti livelli di potassio nel sangue
  • Fratture vertebrali

 

Scadenza e conservazione 

 

La data di scadenza di Kenacort è riportata direttamente sulla confezione e sul flaconcino al suo interno. La scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese indicato.

Non conservare a temperature superiori ai 25°C. Non congelare.

Non gettare il medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chiedere sempre al farmacista come smaltire i medicinali scaduti o inutilizzati.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.