SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

📆Scopri il nostro Calendario dell'Avvento digitale🎄

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€

3331850577     800699743

Tenosinovite

Infiammazione della guaina sinoviale, la struttura anatomica che riveste il tendine e riduce lo sfregamento

Tenosinovite

Cos’è la tenosinovite

La tenosinovite è un’infiammazione che interessa la guaina sinoviale, ovvero la struttura anatomica che riveste il tendine per ridurre l’attrito da sfregamento.

Il tendine è una struttura anatomica formata da tessuto fibroso che collega un muscolo a un corpo osseo. La sua funzione principale è quella di scaricare la forza della contrazione muscolare direttamente sull’osso per consentirne il movimento. La guaina sinoviale, invece, assurge a una funzione protettiva permettendo la lubrificazione del tendine durante il suo scorrimento. 

Questa condizione si distingue dalla tendinite che riguarda l’infiammazione vera e propria del tendine. Tuttavia, è molto comune osservare i due processi infiammatori comparire in contemporanea. Il quadro clinico di queste due infiammazioni è infatti spesso simile e si presenta con dolore, gonfiore e limitazione funzionale.

Quali sono i sintomi della tenosinovite 

Questa infiammazione si manifesta con i disturbi tipici di ogni processo infiammatorio muscolo-scheletrico e può colpire qualsiasi distretto corporeo, anche se, in genere, le manifestazioni più comuni sono la tenosinovite della spalla e la tenosinovite del polso.

Un’altra sede molto comune è quella degli arti inferiori, con la tenosinovite del piede che può coinvolgere diversi tendini, tra cui quello d’Achille. 

Tra i sintomi della tenosinovite troviamo:

- Dolore 
- Formicolio
- Gonfiore
- Arrossamento
- Limitazione funzionale 
- Debolezza muscolare


Ovviamente, a seconda del distretto corporeo colpito, la limitazione funzionale si traduce con difficoltà a camminare, nel caso l’infiammazione riguardi i tendini del piede, o difficoltà nei movimenti del braccio, nel caso a essere colpita sia la spalla.

Quali sono le cause della tenosinovite 

Questa infiammazione è piuttosto frequente e sono diversi i fattori scatenanti. 

In genere, possiamo ricondurre il tutto a cause meccaniche, come un eccessivo uso dei tendini o sollecitazioni anormali. Anche lievi traumi ripetuti per un lungo periodo di tempo possono aumentare il danno a carico della guaina sinoviale. Ad esempio, alcuni sport come il tennis o il pattinaggio e l’uso ripetuto di utensili manuali necessari in alcune professioni possono favorire l’insorgenza di una tenosinovite

Un caso particolare, inoltre, è quello della tenosinovite di De Quervain, ovvero un’infiammazione della guaina dei tendini del pollice caratterizzata da un restringimento dell’articolazione. Questo tipo di infiammazione è molto comune in alcune professioni che richiedono azioni ripetute come cucire a mano, suonare uno strumento o anche passare molto tempo al computer usando il mouse.

Tra le cause di tenosinovite possiamo citare:

- Predisposizione fisiologica
- Malattie reumatiche 
- Sovraccarichi funzionali 
- Artrosi 
- Diabete
- Gotta
- Lupus 
- Artrite reumatoide 
- Stress meccanico
- Tendinite 


Anche batteri e virus possono essere responsabili della comparsa di tenosinovite. Infatti, quando i patogeni penetrano nell’organismo a causa di ferite, possono provocare una forma infettiva di sinovite tendinea con la possibilità di processi suppurativi, ovvero formazione di pus nel tessuto infiammato.

Tenosinovite: i rimedi del farmacista

La cura per la tenosinovite dipende dalla gravità dell’infiammazione e dal distretto anatomico colpito ma, nella maggior parte dei casi, il recupero è completo e relativamente breve. 

Il riposo funzionale è assolutamente necessario per spegnere la fase acuta dell’infiammazione e può essere coadiuvato dalla terapia farmacologica per alleviare i sintomi. Tra i rimedi per la tenosinovite più utilizzati troviamo i farmaci antinfiammatori, come le bustine di Brufen  o le compresse di Tachipirina. Inoltre, può essere utile l’applicazione di ghiaccio sintetico per ridurre lo stato infiammatorio. 

Quando la tenosinovite è piuttosto severa, vengono impiegati i corticosteroidi, come il cortisone. Nel caso in cui la terapia farmacologica e la riabilitazione fisioterapica non siano sufficienti a risolvere il problema, si passa alla terapia chirurgica per la decompressione del tendine infiammato.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.