SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

📆Scopri il nostro Calendario dell'Avvento digitale🎄

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€

3331850577     800699743

Oki - Foglietto Illustrativo

Oki è un farmaco antinfiammatorio non steroideo appartenente alla classe dei derivati dell’acido propionico

Indice Foglietto Illustrativo

  1. Cos’è
  2. Formulazione
  3. A cosa serve
  4. Principio Attivo
  5. Precauzioni per l'uso
  6. Gravidanza e allattamento
  7. Modalità d'uso
  8. Dosaggio
  9. Effetti collaterali
  10. Scadenza e conservazione

Oki 80 mg granulato per soluzione orale

 

Cos’è Oki

 

Oki è un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) appartenente alla classe dei derivati dell’acido propionico, a base di ketoprofene sale di lisina, indicato per il trattamento sintomatico e di breve durata del dolore e degli stati infiammatori.

 

Oki: formulazioni 

 

  • Oki 80 mg granulato per soluzione orale
  • Oki 30 mg supposte; Oki 60 mg supposte; Oki 160 mg supposte
  • Oki 80 mg/ml gocce orali, soluzione
  • Oki 160 mg/2 ml soluzione iniettabile per uso intramuscolare

 

A cosa serve Oki

 

Oki viene impiegato per il trattamento di stati infiammatori associati a dolore e piressia come:

  • Mal di testa
  • Nevralgie 
  • Artrite reumatoide
  • Artrosi dolorosa
  • Reumatismo extra-articolare
  • Infiammazione post traumatica
  • Infiammazioni dolorose in odontoiatria, otorinolaringoiatria, urologia e pneumologia 
  • Otite
  • Dolore post-operatorio
  • Dolori osteo-articolari

Oki viene impiegato anche nel trattamento sintomatico di stati infiammatori associati a dolore e piressia (febbre) nei bambini e negli adolescenti.

 

Principio attivo Oki

 

Il principio attivo alla base di Oki è il ketoprofene, un antinfiammatorio non steroideo commercializzato sotto forma di sale di lisina, chimicamente più stabile e più facilmente conservabile nel tempo.

La sua azione farmacodinamica è mirata al blocco reversibile dell’enzima ciclossigenasi (COX), in modo da impedire la produzione di mediatori dell’infiammazione e del dolore come le prostaglandine e le prostacicline.

 

Precauzioni per l’uso

 

Gli effetti indesiderati di Oki possono essere minimizzati con l’uso della dose minima efficace per la durata più breve possibile.

È assolutamente vietato assumere Oki nel caso di:

  • Allergia al principio attivo ketoprofene
  • Reazioni allergiche ad altri FANS
  • Asma bronchiale pregressa
  • Insufficienza cardiaca
  • Ulcera peptica 
  • Leucopenia e piastrinopenia (riduzione rispettivamente dei globuli rossi e delle piastrine)
  • Morbo di Crohn e colite ulcerosa
  • Ultimo trimestre di gravidanza
  • Terapia diuretica in corso
  • Disturbi della coagulazione

L’uso concomitante di Oki con altri FANS deve essere evitato, inclusi gli inibitori selettivi della ciclossigenasi-2.

 

Gravidanza e allattamento

 

L’uso in gravidanza è possibile durante il primo e il secondo trimestre esclusivamente in caso di effettiva necessità e se il beneficio supera il rischio per il feto. Oki può provocare un aumento del rischio di aborto e malformazione cardiaca. 

Nell’ultimo trimestre di gravidanza Oki è severamente vietato perché può esporre il feto a disfunzioni cardiache e renali.

Oki non è raccomandato durante il periodo di allattamento al seno.

 

Come prendere Oki

 

Oki deve essere assunto sempre alla dose efficace più bassa per il più breve necessario ad alleviare i sintomi. In caso di infezione rivolgersi al medico qualora i sintomi, ad esempio febbre e dolore, persistono o peggiorano invece di migliorare.

La soluzione orale deve essere sciolta in mezzo bicchiere d’acqua e mescolata finché il contenuto della bustina non è completamente dissolto.

Per qualsiasi dubbio sulla modalità di somministrazione chiedere spiegazioni al medico o al farmacista.

 

Oki: dosaggio

 

La posologia di Oki dipende dalla causa scatenante l’infiammazione. La dose raccomandata di Oki negli adulti è di 80 mg, 3 volte al giorno durante i pasti.

È consigliabile assumere Oki a stomaco pieno per via della gastrolesività del farmaco.

Nei bambini dai 6 ai 14 anni è raccomandato l’uso di metà dose (40 mg) tre volte al giorno, mentre, nei bambini di età inferiore ai 6 anni l’uso del farmaco è controindicato.

In ogni caso, la dose massima giornaliera è pari a 320 mg di ketoprofene sale di lisina.

In caso di assunzione accidentale di una dose eccessiva di Oki, avvertire immediatamente il medico o rivolgersi al più vicino ospedale. In caso di sovradosaggio possono manifestarsi sintomi come letargia, nausea, vomito, dolore addominale e perforazione gastrica.

 

Effetti collaterali

 

Come tutti i farmaci anche Oki può causare effetti collaterali. Gli effetti indesiderati osservati sono comuni ad altri FANS e riguardano:

  • Cattiva digestione
  • Nausea, vomito, dolore addominale
  • Stitichezza, diarrea, flatulenza
  • Gastrite
  • Eruzione cutanea, prurito
  • Edema
  • Ulcera peptica 
  • Parestesie
  • Asma
  • Stomatite
  • Edema della laringe
  • Sangue nelle urine 
  • Astenia
  • Shock anafilattico
  • Broncospasmo 
  • Ipertensione
  • Insufficienza cardiaca 
  • Insufficienza renale o epatica

Durante il trattamento con Oki, in qualsiasi momento, con o senza sintomi di preavviso o precedente storia clinica, sono stati riportati casi di sanguinamento gastrointestinale, ulcerazione e perforazione che possono essere anche fatali.

 

Scadenza e conservazione

 

La data di scadenza di Oki è riportata direttamente sulla confezione e sul prodotto al suo interno. La scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese indicato.

Conservare a temperatura non superiore ai 30°C.

Non gettare il medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chiedere sempre al farmacista come smaltire i medicinali scaduti o inutilizzati.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea è autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.