SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€

3331850577     800699743

Nodulo tiroideo

Protuberanza anomala che si forma sulla ghiandola tiroidea, di natura benigna o maligna

Nodulo tiroideo

Cos’è un nodulo tiroideo

Con il termine nodulo tiroideo ci si riferisce a una protuberanza anomala della ghiandola tiroide che può essere di natura benigna o maligna. 

La ghiandola tiroide è un organo con forma a farfalla, situato nella regione anteriore del collo, alla base della gola. Quest’organo svolge un ruolo importantissimo perché regola il metabolismo corporeo, il battito cardiaco e tantissime altre funzioni dell’organismo. I noduli che si formano dalla tiroide possono presentare protuberanze singole o multiple, essere situati in superficie o in profondità e possono stimolare o reprimere l’attività ormonale della tiroide. 

Il nodulo tiroideo è più frequente nelle donne, nelle persone anziane e nelle aree geografiche a carenza iodica.

Quali sono i sintomi del nodulo tiroideo 

Nella maggior parte dei casi, questa formazione è del tutto asintomatica, quindi ci sono molti pazienti che non lamentano alcun disturbo e non si accorgono neanche della presenza del nodulo o dei noduli. 

Quasi sempre, il nodulo tiroideo è benigno, ma queste protuberanze tiroidee possono avere una natura maligna e nascondere una neoplasia. Ovviamente, le manifestazioni cliniche non coincidono con la natura maligna e queste possono dipendere sia dalla posizione o dalle dimensioni del nodulo che dall’influenza che queste formazioni esercitano sull’attività ormonale della tiroide. 

Tra i sintomi del nodulo tiroideo possiamo elencare:

- Ipertiroidismo (il più comune)
- Fastidio e dolore
- Tumefazione
- Disfagia 
- Raucedine
- Problemi di respirazione
- Ipotiroidismo 


Com’è intuibile, la difficoltà a deglutire e gli eventuali problemi alla respirazione sono derivati da posizione e dimensione del nodulo. Esistono alcune peculiarità che permettono di capire se si tratta di una formazione maligna: ad esempio, se il nodulo tiroideo è vascolarizzato, cresce rapidamente e compare in forma singola, esiste una probabilità più alta che possa trattarsi di una neoplasia. Ovviamente, la diagnosi va certificata con una biopsia e relativo esame istologico.

Quali sono le cause del nodulo tiroideo

Al giorno d’oggi non è ancora chiaro il preciso meccanismo che porta alla formazione del nodulo tiroideo; tuttavia, nel corso di numerose ricerche, i medici hanno evidenziato un’associazione tra queste formazioni e alcune condizioni specifiche legate sia a fattori ambientali che patologici. 

Tra i fattori più comuni possiamo citare, c’è la carenza di iodio nella dieta, una problematica molto comune nelle aree geografiche più povere del pianeta in cui sono rare le fonti naturali di iodio. 

Tra le cause del nodulo tiroideo possiamo menzionare:

- Adenoma tiroideo
- Cisti tiroidea
- Gozzo multinodulare
- Cancro della tiroide
- Tiroidite
- Tiroide di Hashimoto
- Carenza di iodio


La presenza di noduli maligni è più frequente in soggetti fumatori e nei pazienti esposti ad alte dosi di radiazioni ionizzanti. Inoltre, uno degli esami più utilizzati per accertare la malignità, è la scintigrafia tiroidea. Per effettuare questo esame si somministra una soluzione di iodio radioattivo grazie al quale osservare la differenza con il tessuto normale: il nodulo tiroideo caldo, ovvero quello che brilla di più rispetto al tessuto normale, in genere è benigno, mentre il nodulo tiroideo freddo può nascondere una neoplasia maligna.

Nodulo tiroideo: i rimedi del farmacista

Il trattamento del nodulo tiroideo dipende sia dalla natura di questa formazione che dalla sua peculiarità. Ad esempio, in caso di nodulo tiroideo benigno associato a ipertiroidismo, la terapia prevede l’uso di iodio radioattivo 131, farmaci per la cura dell’ipertiroidismo o l’asportazione chirurgica di un’area più o meno estesa della tiroide.

Ovviamente, la conseguenza più immediata dell’asportazione parziale o totale della ghiandola tiroidea è l’ipotiroidismo, il quale però si può curare semplicemente attraverso una terapia ormonale sostitutiva a base di L-tiroxina. In fase di prevenzione, può essere molto utile l’impiego nella dieta di sale iposodico iodato

Alcuni rimedi naturali per il nodulo tiroideo possono essere davvero efficaci, specialmente per prevenire la loro formazione in caso di carenza iodica; tra questi troviamo, ad esempio, gli integratori a base di iodio e selenio, in grado di contribuire al normale funzionamento della tiroide.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.