Tiroide di Hashimoto

Stanchezza fisica, difficoltà di concentrazione, variazione forte del peso corporeo e pelle secca sono solo alcuni dei sintomi di scompensi tiroidei.

 

Che cos’è la tiroide di hashimoto

Nota per essere una delle cause più frequenti di ipotiroidismo, la tiroide di hashimoto è una malattia autoimmune ed è provocata dalla produzione, da parte dell’organismo, di anticorpi che attaccano la tiroide stessa. Alla base della tiroide di hashimoto c’è il più delle volte una predisposizione genetica, che colpisce soprattutto il sesso femminile. 

Spesso i pazienti maggiormente soggetti a sviluppare questa patologia sono interessati anche da problematiche alimentari, come il diabete e la celiachia o da altre sindromi, come quella di Down, di Turner o di Kilnefelter. 

Quali sono i sintomi della tiroide di hashimoto

Questa patologia difficilmente è sintomatica, soprattutto nelle prime fasi, ciò può portare la persona a non accorgersene. Per questo, fare costantemente delle analisi del sangue può aiutare a individuare un mal funzionamento della tiroide e degli ormoni ad essa correlati (T3, tiroxina; T4 triiodotironina e  TSH, ormone tireostimolante). Nelle fasi più avanzate i sintomi della tiroide sono:

- Stanchezza
- Difficoltà nella concentrazione
- Aumento di peso
- Voce rauca
- Pelle secca
- Caduta dei peli e dei capelli
- Gozzo
- Problematiche cardiovascolari

Infine, l’ipotiroidismo causato dalla tiroide di hashimoto può provocare delle alterazioni delle funzioni dell’apparato digerente, tali da far sì che tiroide di hashimoto e pancia gonfia vadano spesso di pari passo. Particolare attenzione va rivolta durante la gravidanza, poiché eventuali disfunzioni tiroidee possono comportare serie problematiche al feto e alla donna.

Quali sono le cause della tiroide di hashimoto

La causa principale della tiroide di hashimoto è legata a una reazione autoimmune del nostro corpo. Per motivi ancora poco noti, il nostro organismo inizia a produrre degli anticorpi che attaccano la tiroide (anticorpi antitiroidei) e che ne provocano il mal funzionamento. 

Tiroide di hashimoto: i rimedi del farmacista

Controlli regolari e uno stile di vita sano, possono aiutare a prevenire questa problematica, soprattutto in soggetti che vedono, nella propria famiglia, altri casi di ipotiroidismo.

Tuttavia è utile assumere prodotti utili a mantenere il buon funzionamento della tiroide come l’integratore Syrel che è ricco di selenio, alleato del buon funzionamento della tiroide. Un altro prodotto con selenio e iodio sono le capsule Iosel 30, che contribuiscono alla normale produzione degli ormoni della tiroide.