Ipotiroidismo

Il mal funzionamento della tiroide pu comportare differenti problematiche.

 

Cos’è l’ipotiroidismo

Spesso la sottovalutiamo, ma la tiroide ha un’importanza rilevante nel funzionamento del nostro organismo e per il nostro benessere generale. È posizionata nella parte anteriore del collo, ed è funzionale alla regolazione del metabolismo, allo sviluppo scheletrico e cerebrale nel feto, allo sviluppo della pelle, degli organi genitali e del battito cardiaco. 

Quando la tiroide non riesce a sintetizzare una quantità di ormoni adeguata alle esigenze del nostro organismo, si parla di ipotiroidismo. In altre parole, chi soffre di ipotiroidismo possiede una tiroide poco produttiva o tessuti che, per qualche motivo, sono resistenti all’azione degli ormoni tiroidei. 

Questa patologia rientra tra le cosiddette malattie della tiroide, molto diffuse in tutto il mondo sia tra uomini che donne. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, in Italia le persone che soffrono di malattie alla tiroide sono circa il 20%.

Quali sono i sintomi dell’ipotiroidismo

Una tiroide “pigra” o mal funzionante può comportare una serie di problematiche importanti. 

Ecco i sintomi dell’ipotiroidismo:

- Cute secca e fredda
- Capelli radi
- Stanchezza, astenia e assenza di forza
- Bradicardia
- Sonnolenza
- Costipazione
- Intolleranza alle basse temperature

Nei feti e nei giovani, l’ipotiroidismo può pregiudicare lo sviluppo intellettivo e somatico, per questo è importante che le donne in gravidanza facciano costanti controlli dei valori della tiroide, per salvaguardare il benessere proprio e del futuro bambino. 

In generale, per una diagnosi corretta dell’ipotiroidismo, è importante fare esami specifici per individuare i parametri dei livelli di TSH (ormone ipofisario) e degli ormoni T3 e T4 (ormoni tiroidei). 

Quali sono le cause dell’ipotiroidismo

Le possibili cause dell’ipotiroidismo sono numerose e varie tra loro. Si parla quindi di:

- Ipotiroidismo primitivo: deriva da una disfunzione specifica della tiroide, dovuto a malattie autoimmuni (come la tiroide di Hashimoto) o per carenza di iodio;
- Ipotiroidismo secondario: dovuto a un mal funzionamento dell’ipofisi, ghiandola regolatrice dell’attività della tiroide;
- Ipotiroidismo terziario: dovuto ad un cattivo funzionamento dell’ipotalamo, altra ghiandola regolatrice dell’attività della tiroide e del sistema ormonale ipotalamico;
- Ipotiroidismo iatrogeno: che vede la sua natura in un errato trattamento medico e nella somministrazione di dosi eccessive di farmaci contenenti ormoni antitiroidei.

Ipotiroidismo: i rimedi del farmacista

L’ipotiroidismo si può tenere sotto controllo e curare con prodotti e terapie specifiche. Tra le cure naturali per l’ipotiroidismo, l’integratore alimentare di iodio Tiralgar, in compresse, contribuisce alla normale produzione di ormoni della tiroide. 

Un ottimo alleato della tiroide e utile per contrastare stanchezza e debolezza, è l’integratore Immunotrofina , una risposta a 360 gradi per il benessere dell’organismo.