SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

📆Scopri il nostro Calendario dell'Avvento digitale🎄

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€

3331850577     800699743

Brilique - Foglietto Illustrativo

Brilique un medicinale a base di ticagrelor, che appartiene a un gruppo di farmaci chiamati antiaggreganti piastrinici

Indice Foglietto Illustrativo

  1. Cos’è
  2. Formulazione
  3. A cosa serve
  4. Principio Attivo
  5. Precauzioni per l'uso
  6. Gravidanza e allattamento
  7. Modalità d'uso
  8. Dosaggio
  9. Effetti collaterali
  10. Scadenza e conservazione

 

Brilique 90 mg compresse rivestite con film

Cos’è Brilique 

Brilique è un medicinale a base di ticagrelor, che appartiene a un gruppo di farmaci chiamati antiaggreganti piastrinici, utilizzato esclusivamente nei pazienti adulti, in associazione con acido acetilsalicilico (un altro antiaggregante piastrinico) per ridurre la possibilità di morire a causa di una malattia cardiaca o correlata ai vasi sanguigni, qualora il paziente sia predisposto a tali patologie.

Brilique: formulazioni 

  • Brilique 90 mg compresse rivestite con film;
  • Brilique 60 mg compresse rivestite con film.

A cosa serve Brilique 

Brilique è un farmaco antiaggregante piastrinico utilizzato negli adulti in associazione con acido acetilsalicilico, in pazienti che hanno sofferto di un attacco cardiaco o di angina instabile, per ridurre la possibilità di un nuovo attacco di cuore, ictus o morte legata a malattia cardiaca o dei vasi sanguigni.

Brilique agisce su alcune cellule chiamate piastrine, le quali aiutano ad arrestare il sanguinamento, raggruppandosi insieme per chiudere i piccoli fori nei vasi sanguigni recisi o danneggiati.

Tuttavia, in determinate situazioni, le piastrine possono formare dei coaguli all'interno dei vasi sanguigni malati del cuore e del cervello, e questo può essere molto pericoloso perché può portare a infarto del miocardio, ictus, trombosi o angina instabile.

Principio attivo Brilique

Il principio attivo contenuto in Brilique è ticagrelor, un farmaco antiaggregante inibitore diretto, reversibile e competitivo del recettore ADP P2Y12.

Quando il recettore ADO P2Y12, situato sulle piastrine, viene attivato dal legame con il suo substrato endogeno, l’ADP, si assiste ad un notevole incremento dell'aggregazione piastrinica.

Ticagrelor si lega al recettore P2Y12 e impedisce l'attivazione e la traduzione del segnale indotte dall'ADP, con conseguente inibizione dell'aggregazione piastrinica.

Precauzioni per l’uso 

Evitare l’uso di Brilique nelle seguenti condizioni:

  • Allergia al principio attivo o ad altri componenti di questo medicinale
  • Sanguinamento in corso
  • Ictus causato da un sanguinamento nel cervello
  • Disturbi al fegato gravi
  • Terapia con ketoconazolo, claritromicina, nefazodone, ritonavir e atazanavir

Rivolgersi al medico prima di iniziare la terapia con Brilique, in caso di:

  • Aumentato rischio di sanguinamento, a causa di una ferita recente, un intervento chirurgico recente, una malattia che interessa la coagulazione del sangue, un recente sanguinamento dello stomaco o dell'intestino
  • Intervento chirurgico in programma
  • Bradicardia
  • Asma, difficoltà respiratorie o altro problema polmonare
  • Schemi respiratori irregolari
  • Patologie epatiche 
  • Acido urico più alto del normale

Durante il trattamento contemporaneo con Brilique e eparina, il medico può richiedere un campione di sangue per i test diagnostici, se sospetta una rara malattia piastrinica causata dall’eparina, per cui è importante informare il medico rispetto all'assunzione dei due farmaci, poiché Brilique può influire sul test diagnostico.

Questo farmaco non è raccomandato nei bambini e negli adolescenti al di sotto dei 18 anni.

Informare il medico del trattamento, anche recente, con qualsiasi altro medicinale. In particolare:

  • Rosuvastatina 
  • Simvastatina o lovastatina con dosi superiori a 40 mg giornalieri
  • Rifampicina
  • Fenitoina, carbamazepina e fenobarbital
  • Digossina
  • Ciclosporina
  • Chinidina e diltiazem
  • Beta-bloccanti e verapamil
  • Morfina e altri oppioidi
  • Anticoagulanti orali
  • FANS 
  • Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina
  • Cisapride
  • Alcaloidi dell’ergot

Inoltre, Brilique può aumentare il rischio di sanguinamento se prescritto insieme a fibrinolitici, chiamati spesso trombolitici, per cui il medico dovrebbe essere messo a conoscenza della terapia con questo farmaco antiaggregante piastrinico.

Gravidanza e allattamento 

L'uso di Brilique non è raccomandato se è in corso una gravidanza o se ne sospetta una. Le donne in età fertile devono usare appropriati metodi contraccettivi, per evitare gravidanze durante l'assunzione di questo medicinale.

Rivolgersi al medico prima di assumere questo farmaco se si sta allattando al seno con latte materno. Il medico discuterà con la paziente i benefici e i rischi del trattamento con Brilique durante questo periodo.

Come prendere Brilique

La posologia e la durata del trattamento con Brilique devono essere stabilite dal medico, in base al tipo di patologia e allo stato di salute generale del paziente.

La formulazione farmaceutica compresse rivestite può essere deglutita intera, con un po' d’acqua, durante o lontano dai pasti. Nel caso vi siano difficoltà a deglutire la compressa intera, è possibile frantumarla e mescolarla con dell'acqua.

In questo caso, frantumare la compressa in una polvere fine, versare la polvere in mezzo bicchiere d'acqua, mescolare e bere immediatamente. Per assicurarsi di non aver lasciato medicinale, sciacquare il bicchiere vuoto con mezzo bicchiere di acqua e bere di nuovo.

Per qualsiasi dubbio o incertezza sulla modalità di assunzione, contattare il medico o il farmacista.

Brilique: dosaggio 

La dose iniziale raccomandata di Brilique è di 2 compresse in una volta (dose da carico di 180 mg). Dopo questa dose iniziale, quella abituale è di 1 compressa da 90 mg 2 volte al giorno, fino a 12 mesi, a meno che il medico non prescriva diversamente.

Assumere questo farmaco all'incirca alla stessa ora ogni giorno, ad esempio una compressa al mattino e una alla sera.

Il medico, in genere, prescrive anche l’acido acetilsalicilico insieme a Brilique.

In caso di assunzione/ingestione accidentale di una dose elevata di Brilique, contattare il medico o recarsi al più vicino ospedale.

Non assumere una dose doppia del farmaco per compensare l’eventuale dimenticanza della dose precedente. 

Effetti collaterali 

Come tutti i medicinali, anche Brilique può provocare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino. Dal momento che questo farmaco influenza la coagulazione del sangue, molti effetti indesiderati sono relativi al sanguinamento, tra cui:

  • Intorpidimento di braccia, gambe o viso, specialmente solo da un lato del corpo; difficoltà a camminare o perdita di equilibrio, improvvisa sensazione di vertigine; difficoltà a parlare o capire gli altri; segni di un sanguinamento all'interno del cranio
  • Urine di colore rosa, rosso, marrone; vomito di colore rosso sangue o color fondi di caffè; feci di colore rosso o nero; emissione di coaguli di sangue tramite tosse o vomito, segni di un sanguinamento diffuso
  • Sincope
  • Febbre e macchie violacee sulla pelle o nella bocca, con o senza ingiallimento della pelle o degli occhi; inspiegabile stanchezza estrema o confusione, sintomi della porpora trombotica trombocitopenica
  • Sensazione di mancanza di fiato 

Se si nota la comparsa di uno o più dei sintomi appena descritti, contattare immediatamente il medico, poiché il paziente potrebbe aver bisogno di cure urgenti. Altri effetti collaterali riguardano:

  • Alta concentrazione di acido urico nel sangue
  • Sanguinamento causato da malattie del sangue
  • Formazione di lividi
  • Mal di testa
  • Capogiro
  • Diarrea o indigestione
  • Nausea
  • Stipsi
  • Prurito
  • Eruzione cutanea
  • Dolore e rigonfiamento delle articolazioni
  • Ipotensione
  • Epistassi
  • Sanguinamento più abbondante del normale
  • Ulcera
  • Sanguinamento gengivale
  • Reazione anafilattica 
  • Problemi visivi causati da sangue negli occhi
  • Sanguinamento vaginale più intenso o che si verifica in momenti diversi dal normale ciclo
  • Emorragia interna
  • Sangue nelle orecchie
  • Sanguinamento nelle articolazioni e muscoli, che può causare rigonfiamento doloroso

Scadenza e conservazione

La data di scadenza di Brilique è riportata direttamente sulla confezione e sul blister al suo interno. La scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese indicato.

Non gettare il medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chiedere sempre al farmacista come smaltire i medicinali scaduti o non utilizzati.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.