SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

Ulteriori 8% Extra* sui Saldi con il coupon SUMMER8  - *ordine minimo 59€

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€

3331850577     800699743

Ulteriori 8% Extra* sui Saldi con il coupon SUMMER8  - *ordine minimo 59€

Tegretol - Foglietto Illustrativo

Tegretol č un farmaco che contiene Carbamazepina, indicato per il trattamento dell’epilessia, la mania e la nevralgia


Indice Foglietto Illustrativo

  1. Cos’è
  2. Formulazione
  3. A cosa serve
  4. Principio Attivo
  5. Precauzioni per l'uso
  6. Gravidanza e allattamento
  7. Modalità d'uso
  8. Dosaggio
  9. Effetti collaterali
  10. Scadenza e conservazione

 

Tegretol 200 mg compresse

Tegretol 400 mg compresse

 

Cos’è Tegretol

Tegretol è un farmaco che contiene il principio attivo Carbamazepina, indicato negli adulti e nei bambini a partire dai 5 anni di età per il trattamento dell’epilessia, la mania e gli stati dolorosi associati al nervo trigemino.

Tegretol: formulazioni

  • Tegretol 200 mg compresse; Tegretol 400 mg compresse
  • Tegretol 200 mg compresse a rilascio modificato; Tegretol 400 mg compresse a rilascio modificato
  • Tegretol Bambini 20 mg/ml sciroppo

A cosa serve Tegretol

Tegretol è un farmaco a base di Carbamazepina, indicato negli adulti e nei bambini a partire da 5 anni di età per il trattamento di:

Il medico potrà prescrivere Tegretol da solo o in associazione con altri medicinali. Il farmaco non agisce su alcune forme di epilessia, quali il “piccolo male” e gli attacchi mioclonici.

Principio attivo Tegretol 

Il principio attivo alla base di Tegretol è Carbamazepina, una molecola appartenente alla classe degli imminostilbeni, con attività anticonvulsivante.

La Carbamazepina ha prevalentemente effetto sui canali del sodio, provocando un prolungamento della fase di inattivazione dei canali VOC, e sembra inoltre provocare un’inibizione differenziale delle scariche ad alta frequenza all'interno dei focolai epilettici, con un disturbo minimo dei normali impulsi nervosi.

Questo aspetto è molto importante poiché l'obiettivo della terapia antiepilettica è bloccare l’ipereccitazione dovuta alla patologia, senza alterare il circuito eccitatorio fisiologico.

Precauzioni per l’uso 

Evitare l'utilizzo di Tegretol se sono presenti le seguenti condizioni:

  • Allergia al principio attivo o ad uno degli altri componenti del medicinale
  • Allergia a medicinali simili
  • Blocco atrio-ventricolare
  • Depressione midollare
  • Porfiria epatica
  • Assunzione di medicinali per il trattamento della depressione e del Parkinson

Inoltre, informare il medico prima di utilizzare Tegretol in caso di:

  • Problemi al fegato, al cuore o ai reni
  • Bassi livelli di sodio nel sangue
  • Origine cinese, tailandese, giapponese, caucasica, ispanica, dell'India meridionale, di una popolazione indigena americana o discendenza araba
  • Allergia alla fenitoina, e primidone o al fenobarbitale
  • Ipotiroidismo
  • Glaucoma
  • Ritenzione urinaria
  • Utilizzo di contraccettivi orali

Informare il medico dell’assunzione, anche recente, dei seguenti medicinali:

  • Levetiracetam 
  • Isoniazide
  • Litio
  • Metoclopramide
  • Neurolettici
  • Diuretici
  • Rilassanti muscolari
  • Anticoagulanti orali ad azione diretta
  • FANS
  • Androgeni
  • Antibiotici
  • Medicinali per l'epilessia e le convulsioni
  • Medicinali contro la depressione
  • Antimicotici
  • Medicinali per le allergie
  • Antipsicotici
  • Isoniazide
  • Antivirali
  • Medicinali per il cuore, per lo stomaco, per ridurre la pressione del sangue
  • Anticoagulanti
  • Sedativi
  • Valpromide
  • Medicinali per la tubercolosi
  • Medicinali per l’asma
  • Medicinali per la disfunzione erettile
  • Medicinali per la tiroide
  • Medicinali contenenti estrogeni o progesterone

Durante il trattamento con Tegretol si può verificare una riduzione del numero delle piastrine e dei globuli bianchi. Sono stati riportati anche casi di riduzione del numero di globuli rossi del sangue da mancata produzione, e grave riduzione del numero dei globuli bianchi. 

La Carbamazepina può alterare alcuni esami usati per determinare le concentrazioni di perfenazina e medicinali contro la depressione.

Gravidanza e allattamento 

Tegretol può causare difetti congeniti importanti se utilizzato durante la gravidanza. Il bambino ha un rischio fino a 3 volte superiore di presentare un difetto congenito rispetto a chi nasce da donne che non assumono un trattamento farmacologico antiepilettico.

Sono stati segnalati problemi di sviluppo neurologico, difetti del tubo neurale, labbro leporino, palatoschisi, difetti cardiaci, difetti congeniti al pene e difetti alle dita.

La Carbamazepina passa nel latte materno. Rivolgersi al medico in caso di allattamento al seno per rivalutare la necessità del trattamento con Tegretol.

Come prendere Tegretol

La posologia e la durata del trattamento con Tegretol devono essere stabiliti dal medico in base al tipo di patologia e allo stato di salute generale del paziente.

La formulazione farmaceutica compresse deve essere assunta per via orale, deglutita intera con un po' di liquido. Le compresse possono essere assunte prima, durante o dopo i pasti.

Per qualsiasi dubbio o incertezza sulla modalità di assunzione contattare il medico o il farmacista.

Tegretol: dosaggio

La dose iniziale raccomandata di Tegretol negli adulti per il trattamento dell'epilessia è di 100-200 mg, 1-2 volte al giorno. Il medico, successivamente, aumenterà gradualmente la dose fino a 400 mg 2 o 3 volte al giorno.

La dose raccomandata all'inizio del trattamento dell'epilessia nei bambini a partire dai 5 anni è di 100 mg al giorno, che viene poi aumentata di 100 mg ogni settimana. La dose di mantenimento varia in base all'età, fino a raggiungere la stessa degli adulti a partire dai 15 anni.

Non utilizzare le compressioni bambini molto piccoli, sotto i 5 anni: per loro è disponibile Tegretol sciroppo.

La dose raccomandata negli adulti per il trattamento delle nevralgie del trigemino è di 200-400 mg al giorno, che viene poi aumentata lentamente fino alla scomparsa del dolore, in genere alla dose di 200 mg 3-4 volte al giorno.

La dose massima raccomandata è di 1200 mg al giorno. Una volta scomparso il dolore, il medico farà interrompere in modo naturale il trattamento, finché non si presenta un nuovo attacco.

La dose per il trattamento della mania varia da 400 mg a 1600 mg al giorno. La dose raccomandata è di 400-600 mg al giorno, suddivisi in 2-3 somministrazioni.

Il sovradosaggio può causare difficoltà respiratoria, battito cardiaco rapido irregolare, perdita di conoscenza, nausea, vomito e rabdomiolisi.

In caso di assunzione/ingestione accidentale di una dose elevata di Tegretol contattare il medico o recarsi al più vicino ospedale.

Non assumere una dose doppia del farmaco per compensare l’eventuale dimenticanza della dose precedente. 

Effetti collaterali

Come tutti i medicinali anche Tegretol può provocare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino, tra cui:

  • Gravi reazioni alla pelle
  • Ulcere in bocca, nella gola, nel naso, sui genitali
  • Sintomi simil-influenzali
  • Febbre
  • Rash cutaneo
  • Vasculite
  • Problemi al fegato, ittero 
  • Ingrossamento dei linfonodi
  • Orticaria 
  • Angioedema 
  • Reazioni anafilattiche 

Questi sono segni di una reazione grave al medicinale per cui, alla prima comparsa di una o più di queste manifestazioni interrompere il trattamento e contattare immediatamente un medico. Altri effetti indesiderati includono:

  • Leucopenia 
  • Atassia
  • Capogiri
  • Sonnolenza
  • Vomito, nausea
  • Dermatite su base allergica 
  • Affaticamento
  • Trombocitopenia
  • Edema, ritenzione di liquidi 
  • Aumento di peso
  • Riduzione dei livelli di sodio nel sangue
  • Visione doppia, offuscata
  • Mal di testa
  • Bocca secca
  • Aumento dei livelli di fosfatasi alcalina nel sangue
  • Nistagmo
  • Diarrea, costipazione 
  • Dermatite esfoliativa 
  • Leucocitosi
  • Carenza di acido folico
  • Diminuzione dell’appetito 
  • Allucinazioni, depressione, aggressività, stato confusionale
  • Danni ai nervi periferici, formicolio, paresi
  • Ipertensione o ipotensione
  • Disturbi dell'attività elettrica del cuore
  • Dolore addominale 
  • Lupus eritematoso sistemico 
  • Anemia emolitica
  • Porfiria acuta
  • Disturbi mentali
  • Pancreatite
  • Glossite, stomatite
  • Insufficienza cardiaca
  • Collasso circolatorio
  • Tromboflebite
  • Formazione di coaguli
  • Insufficienza epatica
  • Sudorazione eccessiva
  • Perdita di capelli
  • Glaucoma
  • Insufficienza renale
  • Disfunzioni sessuali
  • Ricomparsa di infezioni dovute ad Herpes virus 
  • Depressione midollare
  • Colite 
  • Disturbi della memoria
  • Fratture nelle ossa
  • Livelli elevati di ammoniaca nel sangue

Scadenza e conservazione 

La data di scadenza di Tegretol è riportata direttamente sulla confezione e sul blister al suo interno. La scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese indicato.

Non gettare il medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chiedere sempre al farmacista come smaltire i medicinali scaduti o non utilizzati.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea č autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.