SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 25€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 24,99€

3331850577     800699743

Buscofen: foglietto illustrativo

Buscofen un medicinale a base di ibuprofene, appartenente alla classe dei farmaci analgesici-antinfiammatori

Buscofen 200 mg capsule molli

 

Cos’è Buscofen


Buscofen è un medicinale a base di ibuprofene, appartenente alla classe dei farmaci analgesici-antinfiammatori, indicato per il trattamento degli stati dolorosi di varia origine e natura negli adulti e negli adolescenti a partire dai 12 anni di età.

 

Buscofen: formulazioni

 

 

A cosa serve Buscofen

 

Buscofen è indicato negli adulti e negli adolescenti a partire dai 12 anni per trattare i sintomi dolorosi di varia natura, tra cui:

 

Principio attivo Buscofen

 

Il principio attivo di Buscofen è ibuprofene, un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) ad azione analgesica-antinfiammatoria.

Il suo meccanismo d’azione è legato alla capacità del principio attivo di inibire l’enzima ciclossigenasi, responsabile della produzione di prostaglandine e altri mediatori degli stati infiammatori. 

L’inibizione è NON selettiva e quindi agisce sia su COX-1 che su COX-2.

 

Precauzioni per l’uso

 

Evitare l’uso di Buscofen in caso di:

  • Allergia al principio attivo o altri componenti del farmaco
  • Allergia ad altri FANS
  • Sanguinamento o perforazione dello stomaco
  • Insufficienza epatica, renale, cardiaca 
  • Porfiria 
  • Ipertensione
  • Grave disidratazione 

Inoltre, avvertire il medico prima di assumere Buscofen in caso di:

  • Asma o altre reazioni dopo l’utilizzo di FANS
  • Sanguinamento o lesioni dello stomaco 
  • Colite ulcerosa
  • Morbo di Crohn
  • Problemi cardiaci
  • Pressione alta
  • Diabete 
  • Colesterolo alto
  • Storia di ictus 
  • Disturbi ai reni o al fegato
  • Trattamento con ACE inibitori o altri farmaci per la pressione

 

Gravidanza e allattamento

 

L’assunzione di Buscofen durante i primi 6 mesi di gravidanza deve essere supervisionata dal medico curante, mentre è assolutamente vietato l’utilizzo nell’ultimo trimestre di gravidanza perché può causare problemi a cuore, polmoni, reni e fegato del feto.

Inoltre, se impiegato al termine della gravidanza, può ritardare l’insorgenza del parto e causare tendenza al sanguinamento sia nella madre che nel feto.

Buscofen passa nel latte materno in piccole quantità, per cui non è sconsigliato assumere il farmaco durante l’allattamento al seno.

 

Come prendere Buscofen

 

La formulazione farmaceutica in capsule molli deve essere assunta inghiottendo le capsule senza masticare, preferibilmente con un po' d’acqua. 

Buscofen va assunto a stomaco pieno, preferibilmente dopo i pasti principali o durante i pasti, in special modo nei soggetti con ipersensibilità gastrica.

Inoltre, è consigliabile consultare il medico se non si ravvisano risultati apprezzabili dopo 3 giorni di trattamento o se l’uso del medicinale è necessario per più di 3 giorni.

Per qualsiasi dubbio o incertezza sulla modalità di assunzione contattare il medico o il farmacista.

Buscofen: dosaggio

 

La dose raccomandata di Buscofen negli adulti o negli adolescenti con età superiore ai 12 anni è di 1-2 capsule molli per 2-3 volte al giorno. In ogni caso, non superare mai la dose di 6 capsule al giorno senza in consiglio del medico.

I pazienti anziani o con problemi al fegato o ai reni dovrebbero assumere Buscofen al dosaggio minimo consentito e sempre sotto sorveglianza medica.

Il sovradosaggio può comportare nausea, vomito, dolori di stomaco, sonnolenza, convulsioni, ulcera e perdita di conoscenza. Nei casi più rari possono comparire acidosi metabolica, ipotermia, apnea, coma e depressione del sistema nervoso.

In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di Buscofen contattare il medico o recarsi al più vicino ospedale.

 

Effetti collaterali

 

Come tutti i medicinali anche Buscofen può causare la comparsa di effetti indesiderati, tra cui:

  • Reazioni allergiche 
  • Anafilassi 
  • Reazioni a carico del tratto respiratorio
  • Eruzione cutanea
  • Orticaria
  • Porpora
  • Sanguinamento, lesione e preformazione di stomaco o intestino
  • Shock anafilattico

La comparsa di uno di questi sintomi deve portare all’immediata sospensione del trattamento. Altri effetti indesiderati riguardano:

  • Edema
  • Ipertensione
  • Insufficienza cardiaca, epatica, renale
  • Infarto, ictus
  • Rinite
  • Meningite asettica
  • Insonnia, ansia, depressione
  • Neurite ottica
  • Sonnolenza
  • Capogiro
  • Flatulenza
  • Diarrea, vomito, stitichezza
  • Difficoltà a digerire 
  • Gastrite 
  • Melena 
  • Pancreatite 
  • Eruzioni cutanee
  • Nefrite interstiziale

 

Scadenza e conservazione

 

La data di scadenza di Buscofen è riportata direttamente sulla confezione e sul blister al suo interno. La scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese indicato.

Non gettare il medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chiedere sempre al farmacista come smaltire i medicinali scaduti o inutilizzati.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.