SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 25€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 24,99€

3331850577     800699743

Tachipirina: foglietto illustrativo

Tachipirina un farmaco analgesico e antipiretico a base di paracetamolo

Tachipirina 500 mg compresse

Tachipirina 125 mg granulato effervescente

Tachipirina 500 mg granulato effervescente 

 

Cos’è Tachipirina 

Tachipirina è un farmaco analgesico e antipiretico a base di paracetamolo utilizzato sia per contrastare gli stati dolorosi di media entità che per trattare gli stati febbrili derivanti da malattie infettive.

Tachipirina: formulazioni

  • TACHIPIRINA 500 mg compresse; TACHIPIRINA 125 mg granulato effervescente; TACHIPIRINA 500 mg granulato effervescente
  • TACHIPIRINA 120 mg/5 ml sciroppo; TACHIPIRINA 120 mg/5 ml sciroppo senza zucchero; TACHIPIRINA 100 mg/ml gocce orali, soluzione
  • TACHIPIRINA Neonati 62,5 mg supposte; TACHIPIRINA Prima Infanzia 125 mg supposte; TACHIPIRINA Bambini 250 mg supposte; TACHIPIRINA Bambini 500 mg supposte; TACHIPIRINA Adulti 1000 mg supposte
  • TACHIPIRINA 1000 mg compresse; TACHIPIRINA 1000 mg compresse effervescenti; TACHIPIRINA 1000 mg granulato per soluzione orale
  • TACHIPIRINA 10 mg/ml soluzione per infusione

A cosa serve Tachipirina

L’azione analgesica di Tachipirina è impiegata per risolvere dolori di varia origine e natura quali:

  • Mal di testa
  • Dolori muscolari 
  • Nevralgie 
  • Dolori articolari 
  • Torcicollo
  • Dolori mestruali

L’azione antipiretica è in grado di ridurre la febbre nei seguenti casi:


Principio attivo Tachipirina

Il principio attivo alla base della Tachipirina è il paracetamolo, conosciuto anche come acetaminofene. Si tratta di un analgesico che agisce sul sistema nervoso alterando la percezione del dolore da parte dell’organismo che è in grado di abbassare la temperatura corporea tramite l’inibizione della sintesi delle prostaglandine, le molecole coinvolte nei processi infiammatori. 

Precauzioni per l’uso 

Il paracetamolo è uno tra i medicinali più sicuri, tanto che viene somministrato, in dosi ridotte, anche a bambini e neonati. Tuttavia, è fondamentale evitare l’assunzione di Tachipirina in alcuni casi:

  • Uso cronico e/o eccessivo di alcool
  • Anoressia
  • Bulimia
  • Malnutrizione cronica
  • Disidratazione
  • Ipovolemia 
  • Patologie del fegato (insufficienza epatica, epatite)
  • Anemia emolitica
  • Carenza da enzima glucosio 6 fosfato deidrogenasi (favismo)
  • Allergia al principio attivo
  • Assunzione di altri farmaci a base di paracetamolo
  • Assunzione di medicinali che interferiscono con la funzionalità epatica

Inoltre, è opportuno informare il medico se, durante l’assunzione di Tachipirina, si devono svolgere esami del sangue perché il paracetamolo può interferire con la determinazione di alcuni valori.

Gravidanza e allattamento 

Tachipirina può essere usata durante il periodo della gravidanza, in genere alla dose efficace più bassa possibile e per un breve periodo di tempo. L’assunzione durante il periodo di allattamento al seno è possibile solo in caso di estrema necessità e sotto stretta sorveglianza medica.

Come prendere Tachipirina

Le compresse di Tachipirina possono essere assunte intere o tagliate a metà e deglutite con un po ' d'acqua. Il granulato effervescente deve essere sciolto in mezzo bicchiere d’acqua naturale. La soluzione deve essere mescolata con cura finché tutte le parti del farmaco non sono perfettamente sciolte.

Tachipirina: dosaggio

Nella somministrazione per via orale o rettale, la dose abitualmente impiegata negli adulti o negli adolescenti che hanno superato i 15 anni di età è di 500 - 1000 mg di Tachipirina, da assumere dalle 3 alle 4 volte al giorno con intervalli di almeno quattro ore.

La quantità di farmaco da assumere e la frequenza delle somministrazioni varia in funzione della gravità dei sintomi ed è differente per ogni singolo paziente. In ogni caso, prima di assumere Tachipirina in terapia è bene contattare il medico per stabilire il dosaggio più corretto.

Nei bambini la dose utilizzata varia dai 125 ai 500 mg, in funzione del peso corporeo. Anche la frequenza di somministrazione varia in funzione del peso.

Effetti collaterali 

La Tachipirina può causare effetti indesiderati come ogni altro medicinale, tra cui reazione allergica al principio attivo caratterizzata da:

  • Orticaria
  • Angioedema 
  • Gonfiore della laringe 
  • Shock anafilattico

In questo caso è necessario sospendere immediatamente il farmaco.

Altri effetti collaterali noti sono:

  • Anemia 
  • Dolore addominale
  • Diarrea
  • Epatite
  • Reazioni cutanee 
  • Insufficienza renale 
  •  Nefrite interstiziale 

In caso di assunzione di dosi eccessive di Tachipirina, i primi sintomi a manifestarsi sono:

  • Nausea e vomito
  • Pallore
  • Malessere
  • Sudorazione aumentata 
  • Aumento dei livelli di bilirubina 
  • Danni epatici che possono condurre a coma e morte

L’assunzione di dosi eccessive di farmaco aumenta il rischio di intossicazione e può portare a conseguenze severe, specialmente in presenza di sofferenza epatica, alcolismo e malnutrizione.

In caso di assunzione accidentale di dosi elevate di Tachipirina è necessario contattare subito il medico.

Scadenza e conservazione

La data di scadenza di Tachipirina è riportata direttamente sulla confezione e sul blister/bustine al suo interno. La scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese indicato.

Questo medicinale non richiede particolari metodi di conservazione. Il granulato effervescente va conservato ad una temperatura inferiore a 30° C. 

Non gettare il medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chiedere sempre al farmacista come smaltire i medicinali scaduti o inutilizzati.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.