SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€

3331850577     800699743

Arteriopatia

Tutte le cause e i sintomi di questa malattia vascolare caratterizzata dalla riduzione della circolazione

Arteriopatia

Cos’è l’arteriopatia 

L’arteriopatia periferica è una malattia vascolare caratterizzata dalla riduzione della circolazione di sangue nelle arterie di braccia e gambe. Questa patologia interessa con maggiore frequenza gli arti inferiori ed è causata dall’ostruzione o dal restringimento delle arterie, che comporta una riduzione dell’apporto di sangue ossigenato ai distretti anatomici. 

L’arteriopatia, conosciuta anche con il nome di arteriopatia obliterante, è un disturbo che dipende in parte dall’età e dal genere, visto che gli uomini sono soggetti più a rischio rispetto alle donne.

Quali sono i sintomi dell’arteriopatia 

L’arteriopatia periferica tende a colpire maggiormente gli arti inferiori e, nel 50% dei casi, risulta completamente asintomatica. La manifestazione clinica più evidente è la cosiddetta zoppia intermittente, caratterizzata da crampi dolorosi, difficoltà a camminare e senso di debolezza che compaiono in coincidenza di uno sforzo fisico. Inoltre, questa patologia può essere mono o bilaterale, a seconda che il restringimento delle arterie riguardi una o entrambe le gambe.

Tra i sintomi dell’arteriopatia periferica troviamo:

- Intorpidimento 
- Debolezza
- Arto colpito più freddo
- Dolore 
- Pelle lucida
- Piaghe 
- Ritardi nella crescita dei peli o delle unghie 
- Disfunzione erettile negli uomini 

Quando i sintomi dell’arteriopatia degli arti inferiori sono molto intensi, il dolore che compare con più frequenza a livello del polpaccio può verificarsi anche a riposo in posizione sdraiata.

Quali sono le cause dell’arteriopatia 

Nella maggior parte dei casi, l’arteriopatia periferica è dovuta all’aterosclerosi, una condizione patologica caratterizzata dalla presenza di placche di materiale lipidico (colesterolo, trigliceridi), proteico e fibroso, che portano al restringimento del lume dell’arteria colpita. Altre cause meno comuni di arteriopatia possono essere la vasculite, ossia l’infiammazione dei vasi sanguigni, la presenza di lesioni alle articolazioni o l’esposizione a radiazioni ionizzanti e al fumo di sigaretta. Tra le cause di arteriopatia periferica possiamo elencare:

- Età 
- Diabete
- Obesità
- Ipertensione arteriosa
- Colesterolo alto 
- Vasculite 
- Lupus eritematoso sistemico 
- Aterosclerosi 
- Fumo di sigaretta

Quando il restringimento delle arterie è severo, questa patologia tende a sfociare in una complicanza nota come ischemia critica degli arti inferiori. Inoltre, se l’arteriopatia periferica colpisce le coronarie o le arterie del cervello, le ripercussioni possono essere anche gravi come nel caso di infarto o ictus.

Arteriopatia: i rimedi del farmacista

Dal momento che questa condizione colpisce soprattutto le gambe, i rimedi per l’arteriopatia degli arti inferiori sono deputati al controllo dei sintomi per tornare a deambulare in maniera ottimale e interrompere la progressione dell’aterosclerosi. 

Per raggiungere questi obiettivi è necessario, anzitutto, un cambiamento dello stile di vita. Perdere peso, seguire una dieta equilibrata, fare esercizio fisico e smettere di fumare sono alla base del benessere quotidiano. Inoltre, i soggetti a rischio dovrebbero tenere sempre sotto controllo glicemia, colesterolo e trigliceridi, utilizzando un misuratore elettronico

Per controllare i livelli di colesterolo nel sangue è utile fare uso di un integratore di Omega-3, mentre per tenere sotto controllo la pressione, si può ricorrere all’utilizzo di compresse come Diuripres  o di un integratore come Pression Act. Tenere sotto controllo colesterolo, pressione e trigliceridi aiuta a ridurre la progressione dell’aterosclerosi, impedendo il restringimento delle arterie. 

Alcuni farmaci come le compresse di Aspirina, sono utili per impedire i coaguli di sangue e il restringimento ulteriore dei vasi sanguigni, ovviamente sotto consiglio medico. Quando la terapia farmacologica non funziona, si può valutare il trattamento chirurgico tramite angioplastica, per dilatare l’arteria, o bypass, costruendo un “ponte” che esclude dal circolo la porzione di arteria occlusa. 

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.