Colesterolo alto

Un grasso non energetico la cui quantità e qualità è fondamentale.

 

Cos’è il colesterolo alto

Il colesterolo è un grasso non energetico presente negli animali e nell’organismo, che svolge molteplici funzioni. È, infatti, un componente importantissimo della membrana plasmatica che delimita le cellule e partecipa alla sintesi degli ormoni steroidei, della bile e della vitamina D. 

La sua presenza è strettamente collegata a un processo di sintesi che ha luogo nel fegato e la quantità e qualità del colesterolo dipende soprattutto dalla nostra dieta e dai cibi che assumiamo. Il colesterolo circola nel torrente circolatorio sfruttando le lipoproteine: le HDL (il colesterolo buono) e le LDL (il colesterolo cattivo), trasportando il colesterolo dalla periferia al fegato e viceversa. 

In uno stadio avanzato, il colesterolo alto può provocare una serie di problematiche importanti a cui prestare attenzione e che devono indurre a contattare il proprio medico di fiducia. 

Quali sono i sintomi del colesterolo alto

Il colesterolo alto, nelle sue fasi iniziali, è pressoché asintomatico ed è quindi difficile individuare la problematica, se non facendo regolari controlli e analisi del sangue.  

Ecco i principali sintomi del colesterolo alto:

- Placche lipidiche (depositi di colesterolo sulla pelle, in particolare attorno alla cornea dell’occhio)
- Dolore toracico
- Senso di costrizione o oppressione al petto
- Cefalea
- Confusione mentale
- Cardiopatia
- Ictus

Se si sviluppa il colesterolo alto in gravidanza il rischio è quello di un parto prematuro. Inoltre, la stessa gestazione potrebbe provocare ictus, infarto del miocardico e aterosclerosi.

Quali sono le cause del colesterolo alto

L’aumento del colesterolo nel sangue può essere dovuto a molteplici fattori. Oltre a una predisposizione genetica e familiare, le cause del colesterolo alto possono essere diverse:

- Ipotiroidismo, anche detta Tiroide di Hoshimoto
- Epatopatie: disturbi che comportano, a loro volta, stasi biliare, diabete e insufficienza renale
- Assunzioni di farmaci, come corticosteroidi, contraccettivi e antibiotici

Nonostante il colesterolo alto sia una problematica che può portare a complicazioni importanti, è possibile tenerla sotto controllo tramite cure specifiche e una dieta ad hoc.

Colesterolo alto: i rimedi del farmacista

La prima cosa da fare è capire come modificare le proprie abitudini alimentari e cosa mangiare se si ha il colesterolo alto. È necessario evitare carni grasse, frattaglie e uova, inoltre, praticare quotidianamente esercizio fisico è già un primo passo per cercare di rispondere a questa problematica. 

L’assunzione di integratori alimentari specifici può essere una buona abitudine per tenere sotto controllo il colesterolo. Tra questi, Colesterol Act plus contribuisce a mantenere nel sangue livelli normali di colesterolo e a regolare la pressione arteriosa. Pratico e in buste, Lactoflorene Colesterolo  contribuisce al benessere generale del nostro organismo e dei livelli di colesterolo presenti.