Ipersudorazione

Conosciuta anche con il nome di iperidrosi, si tratta di un'eccessiva secrezione di sudore rispetto alla norma

 

Cos’è l’ipersudorazione 

L’ipersudorazione, conosciuta con il termine scientifico iperidrosi, è un’eccessiva secrezione di sudore rispetto alla norma. Può essere circoscritta ad alcune zone del corpo, come ascelle e piedi o essere generalizzata. 

La sudorazione è un fenomeno fisiologico molto importante perché permette di regolare la temperatura interna del corpo: quando la temperatura si alza, le ghiandole sudoripare rilasciano il sudore, mantenendo la temperatura su livelli normali. In condizioni standard il nostro corpo produce circa mezzo litro di sudore ogni giorno, quantità che aumenta anche a due litri durante i mesi più caldi dell’anno.

Quali sono i sintomi dell’ipersudorazione

I sintomi dell’ipersudorazione riguardano l’eccessiva produzione di sudore. Quando questo disturbo compare senza una causa specifica, esordisce, di solito, in età giovanile e si manifesta con più frequenza nei palmi delle mani e dei piedi o nella zona ascellare. Può essere di grado così severo da risultare invalidante, determinando disagio nei rapporti interpersonali. 

L’ipersudorazione delle mani, per esempio, è la più fastidiosa tra le forme di iperidrosi: le mani sono infatti la parte del corpo più esposta e svolgono un ruolo essenziale nella vita sociale o nelle attività professionali. L’ipersudorazione può variare da una semplice umidità del palmo fino a un vero e proprio gocciolamento. 

Quali sono le cause dell’ipersudorazione

Possiamo individuare due tipi di iperidrosi: l’ipersudorazione primaria, quando le cause non sono note e l’ipersudorazione secondaria, quando è la conseguenza di alcune patologie. La localizzazione dell’eccessiva sudorazione è molto importante per eseguire una diagnosi. Infatti, se l’ipersudorazione è estesa a tutto il corpo è molto probabile che si tratti di un problema endocrino, come l’ipertiroidismo o uno stato febbrile. Tra le cause di ipersudorazione possiamo elencare:

- Obesità
- Ipertiroidismo 
- Febbre
- Alcuni farmaci 
- Patologie del sistema nervoso centrale
- Patologie del sistema nervoso periferico 
- Stati emotivi 

Gli stati emotivi sono spesso implicati nella comparsa di ipersudorazione locale, che insorge maggiormente, come abbiamo visto, nel palmo delle mani, nella pianta dei piedi, nell’area ascellare e nella testa. 

Ipersudorazione: i rimedi del farmacista 

I rimedi per l’ipersudorazione sono davvero molto importanti, considerando che questa condizione causa disagi sia in ambito personale che professionale. Oltre alle normali pratiche di igiene e ai classici rimedi adottati per combattere la sudorazione ascellare in estate, è consigliabile evitare di indossare indumenti troppo aderenti, specie se costruiti con fibre sintetiche. Inoltre, i deodoranti per l’ipersudorazione a base di cloruro di alluminio sono capaci di limitare questo disturbo. Ottima anche la polvere Micobat di Braderm, capace di ripristinare le normali condizioni fisiologiche della cute. 

Anche ridurre lo stress e l’eccessiva emotività aiuta a combattere l’ipersudorazione: l’integratore Ansistop è particolarmente indicato per contrastare i disturbi provocati dall’ansia e abbassare i livelli di stress. Per un riposo ottimale, invece, melatonina e valeriana aiutano a ridurre il tempo richiesto per prendere sonno e regolarizzano il ritmo del tuo riposo. Nei casi più gravi, si può anche ricorrere all’intervento chirurgico che prevede l’asportazione delle ghiandole sudoripare.