Come fare prevenzione per i capillari fragili sulle gambe in estate

Come proteggere le gambe e prevenire la comparsa di nuovi capillari fragili durante l'estate

 

SOS pesantezza e gonfiore: ecco come prevenire e curare i capillari fragili sulle gambe 

Soprattutto durante l’estate ti capita di accusare pesantezza agli arti inferiori, notare vene e capillari ingrossati? Si tratta di problemi di circolazione, che con le alte temperature possono peggiorare.

Il caldo, infatti, mette a dura prova le persone con capillari fragili sulle gambe e vene varicose, perché provoca la dilatazione dei vasi superficiali. L’aspetto che assumono i capillari poi, oltre a risultare antiestetico, può essere anche un sintomo di problemi che riguardano la circolazione. Ma esiste una prevenzione o un rimedio per questi inestetismi?

Scopriamone di più iniziando a capire cosa sono i capillari fragili sulle gambe e la differenza con le vene varicose.

Cosa sono i capillari fragili e qual è la differenza con le vene varicose?

Sicuramente ti sarà capitato di imbatterti in termini come “insufficienza venosa” o “sovraccarico venoso”, che indicano una difficoltà, lieve o moderata, del sangue a tornare dagli arti inferiori al cuore. 

Quando il ritorno venoso diventa più statico, avviene una dilatazione dei piccoli vasi sanguigni, come i capillari, che formano sulla pelle una ramificazione simile a una ragnatela, di colore blu o rossastro. 

I capillari fragili sulle gambe, possono quindi rompersi creando delle piccolissime emorragie che accentuano ancora di più le macchie sulle gambe. Questo fastidio interessa molto di più le donne degli uomini e può essere classificato come uno dei problemi estetici più rilevanti.

Ma cosa sono le vene varicose invece? Hanno la stessa causa dei capillari fragili, ma destano un pochino più di preoccupazione perché, oltre a rappresentare un disturbo estetico, costituiscono una vera e propria malattia del sistema circolatorio

Vene varicose e prevenzione: 4 consigli da seguire (soprattutto) in estate

Come già accennato, le alte temperature influiscono negativamente su questi disturbi di circolazione. Infatti, quando un vaso si dilata a causa del caldo, diminuisce la forza che il sangue esercita sulle pareti, si rallenta la circolazione e si verifica un ristagno del sangue che crea gonfiore e aumenta la “ragnatela” di capillari visibili. 

In estate, quindi, è importante mettere in atto una strategia di prevenzione per le vene varicose e i capillari fragili sulle gambe più efficace rispetto agli altri periodi dell’anno. In realtà, bastano pochi semplici accorgimenti:


- Mantenersi attivi: l’attività fisica stimola la circolazione ed evita il ristagno del sangue nelle gambe. Una camminata, un giro in bicicletta o ginnastica in acqua sono sufficienti per mantenere un buon flusso sanguigno.

- Tenere le gambe sollevate: quando si riposa, durante il giorno o durante la notte, è una buona abitudine posizionare un cuscino sotto le gambe per mantenere attiva la circolazione.

- Alimentazione corretta: il sale rende sicuramente più saporiti i cibi ma ha degli svantaggi, tra cui favorire la ritenzione idrica. Limitare il consumo di grassi e sale in favore di frutta e verdura è una scelta che premia la salute del sistema circolatorio.

- Docce fredde sulle gambe: alternare acqua calda e acqua fredda sugli arti inferiori è utile ad aumentare il tono venoso.

Alcuni rimedi naturali per capillari fragili sulle gambe

Per prevenire o contrastare la fragilità capillare è opportuno, senza dubbio, curare l’alimentazione, ma questo può non bastare.

Per migliorare la salute del microcircolo, puoi scegliere le capsule al mirtillo di Specchiasol, che favoriscono la funzionalità dei piccoli vasi sanguigni, come capillari e venule, evitando il ristagno di sangue negli arti inferiori.  Inoltre, quando la fragilità capillare e le vene varicose derivano da uno stato di insufficienza venosa continua e da cattiva circolazione, può essere utile assumere le compresse rivestite Daflon: il loro principio attivo, a base di flavonoidi, agisce positivamente sulla circolazione e libera antiossidanti, delle sostanze che agiscono anche nella prevenzione delle malattie cardiache.

Tra i rimedi naturali per i capillari fragili sulle gambe, esistono anche alcuni preparati a base di estratti naturali per uso topico, come il BioGel di Aboca, che agisce direttamente sul microcircolo sanguigno ristabilendo la corretta funzionalità della circolazione. Tra le sostanze naturali ricche di principi attivi che favoriscono il sistema circolatorio e il benessere delle gambe c’è poi l’ippocastano: infatti, tra i migliori integratori per capillari fragili sulle gambe ci sono quelli a base di corteccia di ippocastano, come ad esempio le capsule di Arkpopharma.

Nei casi più sensibili di fragilità capillare o insufficienza venosa, ma sempre sotto consiglio del medico, è consigliabile ricorrere all’utilizzo di creme per uso locale, come il gel Essaven che si applica direttamente nella zona nella quale i capillari sono più visibili. 

Ora che sai di più sui capillari fragili e le vene varicose, consulta lo shop online di Farmacia Europea, dovrei troverai una vasta gamma di prodotti per la salute della tua circolazione. Se poi hai ancora dei dubbi, chiedi consiglio a uno dei nostri farmacisti esperti che saprà indicarti il prodotto migliore per te!