Dalla body alla skin positive: come accettare il proprio corpo oltre i tabu

Da dove partire per volersi bene e accettare il proprio corpo

 

Accettare il proprio corpo significa prendersene cura! Ecco da dove partire per volersi bene

Spesso ti capita di guardarti allo specchio e provare una sensazione di rifiuto nei confronti del tuo corpo, di sentirti a disagio con esso e volerne cambiare qualche particolare?

Soprattutto in alcune fasi della vita molto delicate, come per esempio l’adolescenza, il post gravidanza, ma anche in età matura, può diventare difficile accettare il proprio corpo. Spesso, infatti, non amiamo le sue forme, le sue irregolarità, le sue particolarità, soprattutto se ci facciamo influenzare dagli stereotipi di bellezza che ci vengono mostrati attraverso i mass media.

Ecco allora che diventa fondamentale non cercare di cambiare il proprio corpo, ma prendersene cura. Infatti, se lo amiamo, lo coccoliamo e lo nutriamo nel modo giusto, impareremo anche ad amarlo. In questo senso, un valido aiuto e stimolo arriva dal movimento body positive: ma cos’è e cosa fare per valorizzare la bellezza che è in ognuno di noi?

Cos’è la “body positive”?

Questo termine inizia a diffondersi tra il 2010 e il 2011, grazie ai numerosi post sui social di donne considerate “oversize” che celebravano orgogliosamente il loro corpo.

In poco tempo, la body positive è diventata una vera e propria corrente che non si riferisce solo a “taglia e peso”, ma che vuole sfidare e superare i pregiudizi della società sui corpi, sottolineando che tutti devono essere considerati belli, utili e degni, con le loro particolarità ed i loro difetti. 

Il movimento è diventato così grande, al punto che al suo interno ne sono nati altro, come per esempio lo “Skin Positivity”, promossa anche da tante star, che coinvolge persone con imperfezioni cutanee più o meno comuni, come vitiligine, acne, couperose, smagliature, cellulite e via dicendo.

Come accettare il proprio corpo e prendersene cura in 4 mosse

La perfezione non esiste e non ce n’è bisogno”: questa è la filosofia del body positive. In particolare, la skin positivity sottolinea e sostiene l’importanza del mostrarsi al naturale senza filtri e fotoritocco, per anni alleati di visi perfetti ma omologati e “finti”.

Accettarsi però non significa non fare nulla per migliorarsi, ma neanche spingersi al limite per cambiarsi, ma piuttosto trovare un equilibrio tra le due cose.

Come già accennato, ciò che aiuta ad accettare il proprio corpo ed amarlo è prendersene cura in modo sano. Ecco da dove partire:

1. Utilizza termini positivi

Quando parli di te stesso, fai attenzione ai termini che usi. Troppo spesso sono negativi. Diresti mai a una persona alla quale vuoi bene che ha il sedere troppo grande, il naso troppo lungo o dei brutti capelli? Senz’altro no, allora perché dirlo a te stesso?

2. Non fare paragoni

Paragonarsi agli altri è un’attività altamente inutile e deleteria. Non esistono persone uguali nel mondo e perché allora vogliamo essere tutti uguali ispirandoci a degli standard di bellezza?

3. Concentrati sulla salute

Segui un’alimentazione sana, ma che non deve avere come primo scopo la perdita di peso (qualora ce ne fosse bisogno), ma in primis il mantenimento della salute psicofisica.

Privilegia, quindi, cibi ricchi di vitamine, sali minerali e antiossidanti, poveri invece di grassi. Un valido aiuto arriva ad esempio dagli integratori di vitamine e sali minerali, che consentono di assumere nutrienti necessario per il benessere generale, soprattutto in casi di scarso apporto o carenze.

4. Fai attività fisica

Scegli l’attività che preferisci. Le migliori sono la corsa, le diverse lezioni di fitness, il nuoto, il tennis, ma anche pilates e yoga che permettono anche di mettere in pratica tecniche di rilassamento.

Fare movimento, almeno 3-4 volte alla settimana, fa bene sia al corpo che alla mente, perché permette di scaricare stress e tensioni accumulate. I risultati fisici poi, grazie a costanza e impegno, non tarderanno ad arrivare, così come la soddisfazione di “avercela fatta”!

Skin positivity: come valorizzare la bellezza del tuo viso

Accettare il proprio corpo è quindi più facile se ce ne prendiamo cura. In particolare, il viso ha bisogno di attenzioni quotidiane.

Per raggiungere i tuoi obiettivi, come ad esempio attenuare le rughe, combattere secchezza o impurità,  è importante seguire una beauty routine viso che comprende diversi step:

- Esfoliazione. Un prodotto come lo scrub viso Bionike consente di stimolare il rinnovamento cellulare e favorire il naturale turnover epidermico, eliminando impurità  e residui di make up.

- Detersione. In base alla tipologia di pelle e di un eventuale problema cutaneo, è importante scegliere il detergente giusto, come ad esempio l’acqua micellare, il gel o il latte detergente. Per la pelle a tendenza acneica è ottimo, ad esempio, il gel detergente purificante di Bioderma.

- Idratazione. Idratare la pelle è fondamentale, scegliendo una crema giorno e una notte specifica in base alla tipologia di pelle e all’età. Per pelli mature è perfetta la crema Globar Repair antiage di Filorga, formulata con 3 attivi super nutrienti che donano elasticità e vitalità alla pelle.

Accettare il proprio corpo sarà più facile e piacevole!