Asma

Scopri tutti i sintomi e le cause dell’infiammazione cronica delle vie respiratorie

 

Cos’è l’asma

L’asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree che coinvolge i bronchi. Questa infiammazione, generalmente reversibile, causa un’ostruzione dell’albero bronchiale con accumulo di liquido e produzione di muco in eccesso, riducendo in questo modo lo spazio disponibile per la circolazione dell’aria. La riduzione dello spazio causa un restringimento del calibro dei bronchi, noto come broncospasmo, che è riconoscibile dal caratteristico respiro a fischiettio e dalle difficoltà respiratorie che ne conseguono.

L’asma è causata dal contatto con alcuni allergeni, come polveri, pollini, sostanze tossiche o irritanti e può essere controllato in maniera assolutamente efficace, sia nei bambini che negli adulti. 

Quali sono i sintomi dell’asma

I sintomi dell’asma variano da persona a persona, a seconda dall’intensità della reazione immunitaria dopo il contatto con gli allergeni. Questi sintomi si possono presentare in maniera cronica, acuta o temporanea e intermittente, anche a grande distanza tra i vari episodi.

L’asma bronchiale presenta alcuni sintomi caratteristici, tra i quali:


- Tosse secca
- Respiro sibilante 
- Peso sul torace
- Dispnea (respiro affannoso)
- Naso chiuso

L’attenzione a questi sintomi è fondamentale poiché, se si presentano in maniera lieve, capita che vengano confusi con altre patologie (ad esempio un banale raffreddore), trascurando in tal modo questa patologia.

Quali sono le cause dell’asma

Nella maggior parte dei casi l’asma è provocata da alcune sostanze, generalmente di natura proteica, libere nell’ambiente. In alcuni soggetti la sensibilità a queste sostanze, come pollini e polveri, è molto elevata e provoca una risposta immunitaria che può essere più o meno grave. 

In altri casi l’asma può derivare da sostanze irritanti per il nostro apparato respiratorio. Il fumo di sigaretta è tra le maggiori cause di insorgenza di asma perché il monossido di carbonio che respiriamo attraverso il fumo si lega alle particelle del nostro sangue in maniera più forte rispetto all’ossigeno, decretando una riduzione dell’ossigeno assorbito ed irritando le vie aeree inferiori. 

Anche alcuni virus e batteri possono provocare un attacco d’asma in soggetti predisposti, così come la reazione ad alcuni farmaci. Tra le maggiori cause di asma troviamo:

- Pollini
- Polveri
- Peli di animali domestici
- Acari e punture d’insetto 
- Fumo di sigaretta
- Reazione a farmaci (aspirina)
- Inquinanti ambientali

Vi sono alcuni casi in cui l’asma è provocata dal reflusso gastroesofageo. I succhi gastrici presenti in esofago attivano, in soggetti sensibili, una risposta del sistema nervoso che causa broncospasmo. Nei pazienti predisposti anche l’attività fisica può riacutizzare un attacco d’asma, in questo caso si parla di asma da sforzo.

Asma: i rimedi del farmacista

L’asma è una patologia che va sempre tenuta sotto controllo, anche se per molto tempo i sintomi rimangono latenti. 

Quando l’asma dipende da allergie stagionali è raccomandato l’utilizzo continuo di antistaminici come Fexallegra per ridurre i sintomi. Anche l’integratore Propoli è un’alleato del nostro organismo quando si tratta di disturbi delle vie respiratorie. Nei casi in cui l’asma sia provocato dal reflusso gastroesofageo è bene tenere sotto controllo questa patologia tramite anti acidi come Gaviscon che evita la possibilità di un possibile attacco d’asma.