Cosa sono i fermenti lattici probiotici e quando vanno assunti

Perchè sono così importanti i fermenti lattici probiotici e quali scegliere

 

Intestino e organismo sani? È Possibile con i fermenti lattici probiotici

Se ne sente parlare moltissimo, ma anche tu non sai con precisione cosa sono i fermenti lattici probiotici? Spesso, infatti, i termini “fermenti lattici” e “probiotici” vengono usati indistintamente, ma in realtà è necessario fare delle precisazioni.

Vediamo allora nello specifico di cosa si tratta e quando assumerli per apportare dei benefici all’intestino e all’intero organismo.

Cosa sono i fermenti lattici?

I fermenti lattici sono dei microorganismi batterici in grado di produrre acido lattico partendo dalla fermentazione del lattosio, quindi questo termine fa riferimento a una funzione microbica che, microorganismi (anche diversi tra loro) sanno compiere, ovvero quella di fermentare e digerire il lattosio. Senza di essi, infatti, questo non sarebbe digeribile dal nostro intestino.

“Fermenti lattici” è quindi un termine molto ampio e generico che comprende i batteri lattici, che però si dividono principalmente in:

- Non probiotici (che non hanno effetti sulla flora batterica intestinale).

- Probiotici.

Infatti, come accennato prima, la trasformazione chimica del lattosio può essere effettuata da diversi ceppi di microorganismi, ma solo alcuni possono eseguire dei processi realmente utili e benefici per l’intestino: si tratta dei fermenti lattici probiotici.

Perché i fermenti lattici probiotici sono così importanti

I fermenti lattici probiotici o vivi sono batteri benefici normalmente presenti nel nostro microbiota intestinale, capaci di digerire lo zucchero lattosio, dal quale producono l’acido lattico, fondamentale per mantenere in condizioni ottimali l’ambiente e l’equilibrio intestinale, favorendo:

- La digestione.

- L’assimilazione degli alimenti.

- La sinterizzazione di alcune vitamine (come quella H e K, essenziale per la protezione delle ossa).

- Il contrasto dei batteri non benefici detti “patogeni”, mantenendo in salute la flora batterica intestinale.

Questi batteri vivi, quindi, aiutano il buon funzionamento del sistema immunitario intestinale, e dell’intero organismo, perché l’intestino è la centralina della salute in generale.

Come e quando assumere i probiotici?

I fermenti lattici probiotici si nutrono di fibre vegetali, contenute in frutta, verdura e cereali integrali, alimenti che quindi devono essere sempre presenti nella propria dieta.

In alcuni casi però, si rende necessario il ripristino della flora batterica intestinale a causa di un suo impoverimento, che può essere conseguenza di:

- Alimentazione scorretta o insufficiente apporto di fibre vegetali.

- Assunzione incongrua di antibiotici e/o altri farmaci.

- Situazioni di stress psico-fisico.

Problemi gastrointestinali (diarrea, stitichezza, gonfiore addominale, causati da diverse patologie).

3 integratori per ripristinare la flora batterica

Per integrare i fermenti lattici vivi, oltre ad arricchire l’alimentazione di frutta, verdura e cereali integrali, è consigliabile assumere alimenti fermentati come lo yogurt e degli integratori a base di batteri probiotici, come ad esempio:

1. Lactoflorene in bustine monodose orosolubili, estremamente pratiche perché possono essere consumate senz’acqua.

2. Yovis 50 miliardi in confezione di 10 stick.

3. Enterolactis Duo, integratore in 20 bustine con  8 miliardi di cellule vive e inulina solubile.

Per acquistare questi e altri integratori di fermenti lattici probiotici consulta lo shop online di Farmacia Europea.