SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

🎁Ricevi un prodotto completamente GRATIS di Neutrogena o Aveeno. SCOPRI DI PIU'

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€

3331850577     800699743

🎁Ricevi un prodotto completamente GRATIS di Neutrogena o Aveeno. SCOPRI DI PIU'

Fiasp - Foglietto Illustrativo

Fiasp č un medicinale a base di insulina aspart, un’insulina prandiale con un effetto rapido di riduzione dello zucchero nel sangue

Indice Foglietto Illustrativo

  1. Cos’è
  2. Formulazione
  3. A cosa serve
  4. Principio Attivo
  5. Precauzioni per l'uso
  6. Gravidanza e allattamento
  7. Modalità d'uso
  8. Dosaggio
  9. Effetti collaterali
  10. Scadenza e conservazione

 

Fiasp 100 unità/ml soluzione iniettabile 

 

Cos’è Fiasp

 

Fiasp è un medicinale a base di insulina aspart, un’insulina prandiale con un effetto rapido di riduzione dello zucchero nel sangue.

Fiasp è indicato nei bambini, negli adolescenti e negli adulti per il trattamento del diabete mellito.

 

Fiasp: formulazioni

 

  • Fiasp 100 unità/ml soluzione iniettabile.

 

A cosa serve Fiasp

 

Fiasp è una soluzione iniettabile contenente insulina prandiale, indicata negli adulti, negli adolescenti e nei bambini a partire da 1 anno di età per trattare il diabete mellito e prevenire le complicanze del diabete.

Il diabete è una malattia in cui l’organismo non produce insulina sufficiente per il controllo del livello di zucchero nel sangue.

Normalmente Fiasp deve essere utilizzato in associazione a preparati insulinici ad azione immediata o prolungata.

 

Principio attivo Fiasp 

 

Il principio attivo contenuto in Fiasp è insulina aspart, un’insulina prandiale con un effetto rapido di riduzione dello zucchero nel sangue.

Si tratta di un analogo sintetico dell'insulina umana che viene rapidamente assorbita in seguito a somministrazione sottocutanea determinando un rapido effetto ipoglicemizzante.

 

Precauzioni per l'uso

 

Evitare l’utilizzo di Fiasp in caso di allergia al principio attivo o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale.

Rivolgersi al medico prima di iniziare il trattamento con Fiasp in caso di:

  • Basso livello di zucchero nel sangue
  • Alto livello di zucchero nel sangue
  • Trasferimento da altri medicinali insulinici
  • Disturbo agli occhi, poiché un rapido miglioramento al controllo della glicemia può portare ad un temporaneo peggioramento dei disturbi oculari come la retinopatia diabetica
  • Dolore dovuto a danno di un nervo
  • Gonfiore articolare

Il trattamento con insulina può indurre l'organismo a produrre anticorpi contro l'insulina stessa. Ciò potrebbe richiedere una modifica della dose di insulina.

Alcune condizioni e attività possono influire sul fabbisogno di insulina. Rivolgersi al medico nelle seguenti condizioni:

  • Problemi ai reni, al fegato o alle ghiandole surrenali, ipofisaria o tiroidea
  • Maggiore attività fisica o variazioni nella dieta
  • Viaggio all'estero, poiché fusi orari diversi possono influenzare il fabbisogno di insulina.

Quando si utilizza Fiasp, si raccomanda vivamente di registrare il nome e il numero di lotto di ciascuna confezione al fine di mantenere un registro dei lotti utilizzati.

Il sito di iniezione deve essere ruotato per aiutare a prevenire cambiamenti nel tessuto adiposo sotto la pelle, come ispessimento della pelle, assottigliamento o la comparsa di noduli sottocutanei.

L'insulina potrebbe non funzionare correttamente se si eseguono iniezioni in un'area con noduli, in un'area assottigliata o in un'area ispessita.

Questo medicinale non è raccomandato per l'uso nei bambini di età inferiore ad un anno.

Informare il medico del trattamento, anche recente, con qualsiasi altro medicinale. In particolare:

  • Altri medicinali per il diabete 
  • Antibiotici sulfamidici 
  • Steroidi anabolizzanti 
  • Beta-bloccanti 
  • Salicilati
  • Inibitori delle monoaminossidasi 
  • ACE-inibitori
  • Danazolo
  • Contraccettivi orali 
  • Ormoni tiroidei
  • Ormone della crescita
  • Glucocorticoidi 
  • Simpaticomimetici
  • Tiazidi 
  • Lanreotide, octreotide 

Fiasp contiene sodio come eccipiente.

 

Gravidanza e allattamento

 

Fiasp può essere utilizzato durante il periodo della gravidanza, anche se poi era necessario aggiustare la dose di insulina durante questo periodo e dopo il parto.

Non sussistono restrizioni rispetto al trattamento con Fiasp durante il periodo dell'allattamento al seno con latte materno.

 

Come prendere Fiasp

 

La posologia e la durata del trattamento con Fiasp devono essere stabilite dal medico in base al tipo di patologia e allo stato di salute generale del paziente.

La formulazione farmaceutica soluzione iniettabile deve essere somministrata tramite l’apposita penna preriempita attraverso iniezione sottocutanea, ruotando la sede di somministrazione.

Le migliori zone per praticare l'iniezione sono la parte anteriore della vita o le parti superiori delle braccia.

Per qualsiasi dubbio o incertezza sulla modalità di assunzione contattare il medico o il farmacista.

 

Fiasp: dosaggio 

 

La dose raccomandata di Fiasp viene decisa dal medico in base a livello di zucchero nel sangue e alle condizioni generali del paziente. 

Fiasp deve essere iniettato subito prima (0-2 minuti) dall'inizio del pasto, con la possibilità di iniettarlo fino a 20 minuti dopo l'inizio del pasto, sia negli adulti che nei bambini. L'effetto massimo del medicinale si avrà tra 1 e 3 ore dopo l'iniezione e l'effetto durerà per tre e 5 ore.

In caso di assunzione/ingestione accidentale di una dose elevata di Fiasp contattare il medico o recarsi al più vicino ospedale.

Non assumere una dose doppia del farmaco per compensare l’eventuale dimenticanza della dose precedente. 

 

Effetti collaterali 

 

Come tutti i medicinali anche Fiasp può provocare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino, tra cui:

  • Ipoglicemia 
  • Grave reazione allergica 
  • Shock anafilattico 
  • Eruzioni cutanee 
  • Malessere
  • Angioedema 
  • Cambiamenti della pelle nel sito di iniezione 
  • Reazioni locali 
  • Eczema 
  • Orticaria 
  • Dermatite 
  • Iperglicemia 

 

Scadenza e conservazione 

 

La data di scadenza di Fiasp è riportata direttamente sulla confezione e sulla penna preriempita al suo interno. La scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese indicato.

Prima dell’uso conservare in frigorifero (2 °C - 8 °C). Non congelare. Dopo la prima apertura conservare a temperatura ambiente inferiore a 30 °C o in frigorifero fino a quattro settimane.

Non gettare il medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chiedere sempre al farmacista come smaltire i medicinali scaduti o non utilizzati.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea č autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.