SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€

3331850577     800699743

Minias - Foglietto Illustrativo

Minias un medicinale sedativo-ipnotico a base di Lormetazepam, che appartiene alla categoria farmaceutica delle benzodiazepine

Indice Foglietto Illustrativo

  1. Cos’è
  2. Formulazione
  3. A cosa serve
  4. Principio Attivo
  5. Precauzioni per l'uso
  6. Gravidanza e allattamento
  7. Modalità d'uso
  8. Dosaggio
  9. Effetti collaterali
  10. Scadenza e conservazione

 

Minias 1 mg compresse rivestite 

Minias 2 mg compresse rivestite 

 

Cos’è Minias 

 

Minias è un medicinale sedativo-ipnotico a base di Lormetazepam, che appartiene alla categoria farmaceutica delle benzodiazepine. Questo medicinale è indicato negli adulti di età superiore ai 18 anni per il trattamento a breve termine dell'insonnia.

 

Minias: formulazioni 

 

  • Minias 1 mg compresse rivestite; Minias 2 mg compresse rivestite 
  • Minias 2,5 mg/ml gocce orali, soluzione

 

A cosa serve Minias 

 

Minias è un medicinale sedativo-ipnotico appartenente alle benzodiazepine, una classe di farmaci indicata per il trattamento dell'insonnia.

Le benzodiazepine sono indicate soltanto quando l'insonnia è grave, disabilitante e sottopone il soggetto a grave disagio.

 

Principio attivo Minias 

 

Il principio attivo alla base di Minias è Lormetazepam, un farmaco a breve durata d'azione.

Lormetazepam possiede il tipico spettro d'azione sedativo comune con tutte le benzodiazepine. In particolare, mostra una capacità di riduzione dell'attività motoria 5 volte superiore a quella del Lorazepam e 10 volte maggiore rispetto ad altre medicinali della stessa classe.

Questo medicinale non sembra possedere azioni farmacodinamiche sulla funzione respiratoria o cardiocircolatoria.

 

Precauzioni per l’uso 

 

Evitare l'assunzione di Minias nelle seguenti condizioni:

  • Allergia al principio attivo o ad altri componenti di questo medicinale 
  • Allergia ad altre benzodiazepine 
  • Miastenia grave 
  • Grave insufficienza respiratoria 
  • Sindrome da apnea notturna 
  • Insufficienza epatica grave 
  • Glaucoma ad angolo stretto 
  • Intossicazione acuta da alcool, ipnotici, analgesici o medicinali psicotropi

Inoltre, rivolgersi al medico prima di utilizzare questo medicinale in caso di:

  • Storia di abuso di alcol o droghe 
  • Atassia spinale o cerebellare 
  • Insufficienza respiratoria cronica 
  • Insufficienza epatica 
  • Insufficienza renale 
  • Insufficienza cardiaca 
  • Età avanzata 

Informare il medico del trattamento, anche recente, con i seguenti medicinali:

  • Altri psicofarmaci 
  • Oppioidi, analgesici, antitussivi 
  • Farmaci che deprimono il SNC
  • Narcotici 
  • Inibitori del citocromo P450
  • Glicosidi cardiaci 
  • Agenti betabloccanti 
  • Estrogeni 
  • Antiasmatici 
  • Rifampicina 
  • Clozapina 

Le benzodiazepine non sono consigliate per il trattamento primario delle malattie psicotiche e non devono essere utilizzate da sole per trattare la depressione o l'ansia connessa con la depressione.

Il trattamento con Minias deve essere il più breve possibile: massimo quattro settimane, incluso un periodo di sospensione graduale. Dopo l'uso ripetuto per alcune settimane può svilupparsi una certa perdita di efficacia degli effetti ipnotici e si può sviluppare dipendenza fisica e psichica da questo medicinale.

Una volta che si è sviluppata dipendenza fisica, l'interruzione brusca del trattamento con Minias può essere accompagnata da sintomi di astinenza. I sintomi da sospensione, specialmente i più gravi, sono più comuni nei pazienti che hanno assunto dosi eccessive per un lungo periodo di tempo.

Minias può indurre amnesia anterograda. Ciò accade più spesso nelle prime ore dopo l'ingestione del medicinale e quindi, per ridurre il rischio, assicurarsi di poter dormire per 7-8 ore senza interruzioni.

Il farmaco contiene lattosio come eccipiente.

 

Gravidanza e allattamento 

 

Non assumere Minias durante il periodo della gravidanza. Se, per motivi medici gravi, Minias viene somministrato durante il terzo trimestre di gestazione, o durante il travaglio e il parto, possono verificarsi effetti sul neonato come ipotermia, ipotonia, ipotensione e depressione respiratoria.

Inoltre, neonati nati da madri che hanno assunto Minias a lungo termine durante le fasi avanzate della gravidanza possono sviluppare dipendenza fisica e possono presentare un certo rischio di sviluppare i sintomi d'astinenza.

Poiché piccole quantità di medicinale passano nel latte materno, non assumere Minias durante il periodo dell'allattamento al seno.

 

Come prendere Minias 

 

La posologia e la durata del trattamento con Minias devono essere stabilite dal medico in base al tipo di patologia e allo stato di salute generale del paziente.

La formulazione farmaceutica compresse rivestite deve essere assunta con un po' di liquido, senza masticare, mezz'ora prima di coricarsi.

La disponibilità di compresse divisibili agevola la somministrazione della dose corretta. La durata del trattamento deve essere la più breve possibile e la dose deve essere diminuita progressivamente prima della fine del trattamento.

Per qualsiasi dubbio o incertezza sulla modalità di assunzione contattare il medico o il farmacista.

 

Minias: dosaggio 

 

Salvo diversa prescrizione medica, la dose di Minias raccomandata negli adulti è di 1 o 2 mg, con la possibilità di assumere metà compressa divisibile nel caso si abbia a disposizione la formulazione da 2 mg.

Nei pazienti anziani la dose singola massima raccomandata è di 0,5-1 mg. Non superare mai la dose massima.

Il sovradosaggio può causare sonnolenza, atassia, disturbi della visione, obnubilamento, confusione mentale e letargia.

In caso di assunzione/ingestione accidentale di una dose elevata di Minias contattare il medico o recarsi al più vicino ospedale.

Non assumere una dose doppia del farmaco per compensare l’eventuale dimenticanza della dose precedente. 

 

Effetti collaterali

 

Come tutti i medicinali anche Minias può provocare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino, tra cui:

  • Mal di testa
  • Angioedema 
  • Ansia 
  • Calo del desiderio sessuale
  • Capogiri
  • Sedazione, sonnolenza, disturbo dell'attenzione
  • Amnesia
  • Compromissione della vista
  • Disturbo del linguaggio
  • Alterazione del gusto
  • Rallentamento psico-motorio
  • Diplopia
  • Tachicardia
  • Nausea, vomito
  • Stitichezza
  • Prurito
  • Secchezza della bocca
  • Astenia
  • Disturbo a urinare
  • Reazioni anafilattiche
  • Ittero
  • Trombocitopenia
  • Disturbi ormonali
  • Suicidio
  • Psicosi acuta
  • Allucinazioni
  • Dipendenza
  • Depressione (smascheramento di depressione preesistente)
  • Delirio
  • Collera, agitazione, aggressività
  • Stato confusionale
  • Atassia
  • Vertigini
  • Orticaria
  • Eruzione cutanea
  • Affaticamento
  • Cadute

 

Scadenza e conservazione 

 

La data di scadenza di Minias è riportata direttamente sulla confezione e sul blister al suo interno. La scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese indicato.

Conservare a temperature inferiori ai 25°C.

Non gettare il medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chiedere sempre al farmacista come smaltire i medicinali scaduti o non utilizzati.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.