Orticaria solare

Tutte le cause e i sintomi di questa malattia rara che rientra nel gruppo delle allergie al sole

 

Cos’è l’orticaria solare

L’orticaria solare è una malattia rara che rientra nel gruppo delle fotoallergie. Di fatto, si tratta di una reazione del sistema immunitario alla luce naturale del sole o a fonti di luce che emettono raggi ultravioletti. Questa malattia si manifesta con episodi ricorrenti di orticaria che insorgono dopo pochi minuti dall’esposizione al sole con sintomi caratteristici come prurito, tumefazione della cute e formazione di piaghe. 

Generalmente è una condizione di natura benigna, ma può diventare estremamente invalidante, limitando le attività quotidiane delle persone che ne soffrono e alterando la qualità della vita dei pazienti.

Quali sono i sintomi dell’orticaria solare

Le manifestazioni cliniche di questa patologia compaiono dopo pochi minuti dall’esposizione alla luce solare, nelle zone esposte direttamente al sole o coperte da indumenti sottili o bianchi, incapaci di schermare completamente i raggi UV. I primi segni a comparire sono le papule edematose percepibili al tatto, eritema, prurito e bruciore. Questi sintomi, nella maggior parte dei casi, si risolvono entro un’ora dall’interruzione dell’esposizione alla luce solare. 

Tra i sintomi dell’orticaria solare troviamo:

- Eritema
- Papule
- Prurito e bruciore

Inoltre, possono comparire anche sintomi sistemici come:

- Nausea
- Respiro sibilante
- Broncospasmo 
- Svenimento 

Mani e volto, anche se paradossalmente più esposte, sono distretti cutanei che vengono risparmiati dalla comparsa dei sintomi. L’orticaria solare presenta un’incidenza maggiore nelle giovani donne.

Quali sono le cause dell’orticaria solare

La reazione cutanea che si sviluppa è una diretta conseguenza dell’esposizione della cute ai raggi del sole. Questa forma di fotoallergia, molto rara (meno del 1% dei casi) è strettamente legata a una reazione del sistema immunitario. 

Le cause dell’orticaria solare non sono ancora del tutto note ma si ipotizza che alla base di questa patologia ci sia una iper-reazione di una classe di anticorpi, le immunoglobuline E, in risposta all’esposizione solare. Le radiazioni solari, nei soggetti predisposti, potrebbero attivare un cambiamento in alcune sostanze prodotte naturalmente a livello della cute. Questo cambiamento porterebbe all’attivazione degli anticorpi, innescando la risposta immunitaria. 

Quanto detto rientra ancora nel campo delle ipotesi ma, a oggi, è la teoria più accreditata.

Orticaria solare: i rimedi del farmacista

I rimedi per l’orticaria solare rappresentano una sfida estremamente complessa. Prima di tutto, è necessario evitare l’esposizione alla luce solare, indossare indumenti scuri che coprano il corpo e fare uso di creme solari SPF50+ che schermino le radiazioni ultraviolette, come lo spray solare di Avene

I farmaci in prima linea per la prevenzione e la cura dei sintomi di questa malattia sono gli antistaminici come Reactine, che modulano il rilascio di istamina da parte degli anticorpi, riducendo infiammazione e sintomi. Alcune creme per l’orticaria solare a base di cortisone possono lenire bruciore e prurito. 

Inoltre, si possono utilizzare alcuni rimedi naturali per l’orticaria solare come un gel di Aloe Vera per ridurre manifestazioni della cute come eritema, bruciore e papule.