Verruche

Escrescenze cutanee, gonfiore e papule? Sono i segni di un’infezione che colpisce in particolare la cute di mani e piedi

 

Cosa sono le verruche

Le verruche sono piccole protuberanze cutanee dalla forma semi-sferica che colpiscono soprattutto il dorso delle mani, la pianta dei piedi e il contorno delle unghie. Sono sostenute da un’infezione virale trasmessa per lo più in ambienti promiscui, come docce pubbliche, piscine e centri sportivi. Il contagio può avvenire anche per contatto diretto, toccando direttamente le verruche che possono migrare anche da una zona all’altra del nostro corpo. 

Esistono anche le verruche genitali, che si manifestano a livello degli organi riproduttivi e la cui trasmissione avviene attraverso rapporti sessuali. 

Quali sono i sintomi delle verruche 

Il segno caratteristico delle verruche è la comparsa di escrescenze cutanee causate dall’infezione da papilloma virus. A seconda dei casi, queste escrescenze si manifestano sotto forma di noduli o papule, il cui colore varia dal rosa al giallognolo. Alcuni tipi di verruche, inoltre, si caratterizzano per la presenza di piccoli puntini scuri al loro interno, che rappresentano i capillari trombizzati. Generalmente le verruche sono asintomatiche ma, quando compaiono in zone esposte a pressioni o sfregamenti (come la zona plantare) possono causare dolore e sanguinamento. 

Tra i sintomi delle verruche troviamo:


- Escrescenze cutanee
- Noduli 
- Papule
- Dolore
- Gonfiore
- Sanguinamento 

Le verruche possono regredire spontaneamente o persistere per anni.

Quali sono le cause delle verruche 

Le verruche sono causate dall’infezione virale a uno dei molti ceppi di papilloma virus umano. Il periodo d’incubazione varia da 2 a 9 mesi, durante i quali si assiste a una proliferazione incontrollata delle cellule del derma o dell’epidermide. I fattori che portano a questa infezione possono essere sia ambientali che genetici. In particolare, il virus prolifera in ambienti umidi e caldi come docce pubbliche e piscine, dove l’uso promiscuo di ciabatte, accappatoi e asciugamani può favorirne il contagio. 

Tra le cause delle verruche possiamo menzionare:


- Fattori genetici 
- Utilizzo di scarpe e calze bagnate 
- Lesioni cutanee (principale via d'ingresso del virus)
- Indebolimento delle difese immunitarie
- Utilizzo frequente di docce e piscine pubbliche 

Infine, anche la scarsa igiene cutanea e l’eccessiva esposizione alla luce solare, comprese le lampade abbronzanti, facilitano l’insorgenza delle verruche.

Verruche: i rimedi del farmacista 

A causa dell’alta possibilità di recidività, negli ultimi tempi non si ritiene più necessaria l’asportazione chirurgica delle verruche. I trattamenti, però, sono consigliati per via della possibilità di auto-inoculazione, che permette alle verruche di passare da una zona all’altra del corpo. 

I rimedi per le verruche si basano su approcci diversi: soluzioni come il trattamento indolore di Dermovitamina o il gel Verrukill, per esempio, svolgono un’attività cheratolitica che determina la distruzione delle cellule che compongono la verruca. Quando questi trattamenti non hanno successo si può ricorrere alla crioterapia tramite lo spray Freeze di Scholl, una tecnica che sfrutta l’attività congelante dell’azoto liquido spruzzandolo direttamente sulla verruca. Prima di procedere con la crioterapia, però, è sempre consigliabile contattare il proprio medico.