Afte

Lesioni della mucosa orale spesso dolorose e antiestetiche.

 

Cosa sono le afte

Fastidiose, antiestetiche e dolorose, le afte della bocca sono lesioni della mucosa orale caratterizzate da abrasioni o ulcerazioni che possono andare da pochi millimetri, fino a raggiungere dimensioni di qualche centimetro. 

Rotondeggianti, leggermente profonde e circondate da un alone rossastro, interessano soprattutto il cavo orale: possono, infatti, sorgere sulle labbra oppure possono comparire afte sulla lingua. Generalmente possono durare pochi giorni ma, nei casi più gravi, durare anche qualche settimana. 

L’aftosi è una problematica molto comune, sia negli uomini che nelle donne: rare nell’infanzia, raggiungono il picco dell’incidenza tra i 20 e i 50 anni.

Quali sono i sintomi delle afte

La formazione delle afte è spesso preceduta da una sensazione di prurito e bruciore nella zona interessata, anche se l’aspetto della mucosa risulta ancora sano e normale. Quando si forma un’afta, infatti, la mucosa colpita comincerà gradualmente a cambiare di aspetto, fino al sorgere della problematica.

Dopo una prima fase di bruciore, compare un arrossamento più localizzato su cui poi si svilupperà l’afta: una lesione vera e propria dall’aspetto tondeggiante e dal colore giallo o biancastro. 

L’afta in bocca nei bambini, quanto negli adulti, è dolorosa sia al tatto che spontaneamente. Caratteristica dell’afta è che, nonostante dolore, arrossamento e gonfiore, la lesione non implica la fuoriuscita di sangue.

Quali sono le cause delle afte

Per individuare, quindi, i rimedi per le afte, bisogna capire innanzitutto quale sia la causa scatenante. 

Ecco quali sono le principali cause delle afte:

- Abrasioni causate da un uso troppo energico dello spazzolino da denti
- Carenza di alcuni minerali come zinco e ferro
- Calo delle difese immunitarie
- Carenze vitaminiche: in particolare, mancanza o carenza di vitamina B12, acido folico o vitamina B39
- Dieta ricca di cibi piccanti, grassi o alcool
- Patologie del fegato 

Infine, quando le afte non tendono a scomparire, si parla di ulcera aftosa o stomatite. In questo caso, sarebbe opportuno indagare se non ci siano complicazioni al livello gastrointestinale: fegato e afte è spesso un binomio da tenere in considerazione per ulteriori diagnosi.

Afte: i rimedi del farmacista

Nonostante le afte siano una problematica frequente, spesso fastidiosa e vissuta come un inestetismo estetico che va a interessare il viso e la bellezza delle labbra, esistono molti rimedi alle afte

In farmacia è possibile trovare specifici collutori per afte come il collutorio lenitivo e calmante  Aftamed pensato per le irritazioni, le afte e le problematiche della bocca. 

Nella versione spray, Tantum verde sos afte forma un film protettivo sulla zona interessata, alleviando il dolore e riducendo il bruciore. 

Da applicare direttamente sull’afta, il gel Euclorina afte dona un rapido sollievo già dalla prima applicazione.