Prurito vaginale

Una problematica femminile comune, fastidiosa e fonte di imbarazzo

 

Cos’è il prurito vaginale

È una delle problematiche più comuni, fastidiose e una delle maggiori fonti di imbarazzo che interessano le donne di tutte le età. Il prurito vaginale implica un senso di formicolio e di prurito a livello di vulva e vagina. A seconda della zona interessata, si parla di prurito vaginale esterno o di prurito interno.

Quali sono i sintomi del prurito vaginale

Il nome suggerisce già di per sé quale sia il suo sintomo più comune e fastidioso: prurito e bruciore vaginale. Oltre a questo, la sintomatologia implica anche:

- Irritazione della zona interessata
- Edema
- Secrezioni vaginali
- Dolore durante il rapporto sessuale

Quali sono le cause del prurito vaginale

Le cause del prurito vaginale possono essere diverse. Infatti, il prurito intimo esterno e interno femminile può essere causato da:

- Malattie sessualmente trasmissibili (come la Candida o la Gardnerella)
- Diabete
- Stress
- Cattiva igiene intima
- Variazioni alimentari
- Variazioni ormonali, che possono modificare il microambiente vaginale, scatenando una fastidiosa sensazione di prurito, come nel caso del prurito vaginale in gravidanza

Prurito vaginale: i rimedi del farmacista

Una volta individuata la problematica è importante consultarsi con il proprio ginecologo e valutare la possibilità di utilizzare prodotti specifici anche per scegliere un detergente intimo adatto.

Per velocizzare la guarigione e donare sollievo nel caso di vaginosi batteriche e candidosi, uno dei migliori rimedi per il prurito vaginale è il  gel Corman. Indicati per tutte quelle condizioni di carattere non patologico a carico della mucosa vaginale, ci sono gli ovuli vaginali Serena che svolgono un’azione efficace, lenitiva e idratante. Infine, il gel Dermovitamina idratante e anti prurito, è particolarmente indicato in caso di alterazioni dello stato fisiologico della mucosa genitale.