Antiacido per lo stomaco: prima o dopo i pasti?

Come dire addio al bruciore con l'antiacido per lo stomaco

 

Bruciore e reflusso? Ecco come assumere l’antiacido per lo stomaco

Ti capita di avvertire un dolore retro sternale acuto associato a bruciore intenso? Spesso questi sintomi possono essere erroneamente confusi con un mal di schiena o addirittura con un infarto del miocardio, ma sono tipici anche del bruciore gastrico.

Andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta e come utilizzare al meglio l’antiacido per lo stomaco.

Cos’è il bruciore di stomaco?

In medicina è definita pirosi la comparsa di bruciori gastrici, dovuti alla risalita di materiale acido proveniente dallo stomaco.

Questo è uno dei problemi sicuramente più diffusi a carico dell’organo principale della digestione e, in realtà, non si limita alla regione dello stomaco, ma interessa anche il cardias (la valvola che separa lo stomaco dall’esofago) e la gola, che si irrita facendo infiammare le mucose.

Da cosa dipende?

Solitamente la causa principale è la malattia del reflusso gastroesofageo, causata dal rilasciamento della valvola, che normalmente impedisce al contenuto dello stomaco di tornare nell’esofago. Tuttavia altre cause possibili sono:

- Ernia iatale

- Esofagite

- Gastrite

- Intolleranze alimentari

- Indigestione

- Patologie gravi (tumore dello stomaco, ulcera gastrica ecc.)

Molto spesso il bruciore di stomaco è un fenomeno occasionale, magari dovuto a un pasto particolarmente pesante che può provocare anche gonfiore addominale. Se compare dopo cena poi rende difficoltoso il riposo, perché la posizione distesa esaspera i sintomi.

Come placare il dolore se non passa?  Il rimedio più indicato contro questo disturbo è sicuramente l’antiacido per lo stomaco.

Come agisce l’antiacido per lo stomaco?

Gli antiacidi in generale sono composti che servono a neutralizzare l’acidità a livello locale, aiutando a tamponare l’eccesso di acido nello stomaco. Tra quelli non farmacologici più comuni ricordiamo il bicarbonato di sodio e del latte, mentre i farmaci da banco che danno immediato sollievo al dolore, contengono sostanze come l’idrossido di alluminio e il magnesio, che reagiscono con l’acido cloridrico prodotto dallo stomaco, neutralizzandolo, senza però intervenire sui meccanismi che regolano la secrezione acida.

Quando assumerlo: prima o dopo i pasti?

Generalmente l’antiacido per lo stomaco si prende al momento del bisogno, durante o dopo i pasti o prima di andare a letto la sera. La sua efficacia poi, è maggiore se assunto almeno 1 ora dopo aver mangiato, perché il cibo ingerito rallenta lo svuotamento dello stomaco e i farmaci vi rimangono più a lungo.

3 antiacidi per dire addio al bruciore!

Sullo store online di Farmacia Europea puoi trovare diversi tipi di antiacido per lo stomaco, ma ricordati che prima di assumer i farmaci è sempre consigliabile consultare il medico o il farmacista:

1. Gaviscon: delle bustine monodose da 10 ml all’aroma di menta che puoi trovare anche in versione compresse masticabili al gusto fragola.

2. Maalox reflusso: delle compresse gastroresistenti che contengono pantoprazolo e indicate per il trattamento a breve termini del reflusso e dell’acidità.

3. Magnesia San Pellegrino: un integratore alimentare con edulcoranti a base di magnesio idrossido, riso, riboflavina e calcio, ingredienti che riducono l’acidità e aiutano a conservare le mucose in buona salute contribuendo anche alla normale funzione degli enzimi digestivi.

Consulta il nostro catalogo online e approfitta della spedizione gratuita per ordini superiori a € 24,99!