Come scegliere la giusta protezione solare per bambini

Pronti, partenza, via...ma non senza la protezione solare per bambini (quella giusta)

 

Vacanze in arrivo: ecco come scegliere la protezione solare per i bambini

Stai per partire al mare con tutta la famiglia? Anche se starai fuori solo una settimana, sono tante le cose importanti da mettere in valigia, quindi inizia a fare una lista per non dimenticare nulla, soprattutto la protezione solare per i bambini. La scelta è davvero vasta, ma quale scegliere per andare sul sicuro?

5 fattori da considerare per i più piccoli

Se per gli adulti è facile, preparare la pelle al sole con integratori e una sana alimentazione, con i piccoli di casa le cose si complicano. Inoltre, la loro pelle è particolarmente delicata e quindi soggetta a scottature e irritazioni.

Per non trasformare la vacanza in un incubo basta stare attenti ad alcuni particolari:

1. Fattore di protezione SPF. Che sia crema, spray o latte, deve riportare sulla confezione la scritta “Protezione molto alta, fattore SPF 50+”.

2. Protezione dai raggi UVA. Il fattore SPF fa riferimento solo alla protezione UVB (raggi ultravioletti responsabili di eritemi e scottature) e non a quella UVA (responsabile dell’invecchiamento precoce della pelle e fotosensibilizzazione) che è altrettanto importante. Non esiste una classificazione dell’indice ma basta che venga riportato sulla confezione il bollo circolare con la scritta “UVA”.

3. Resistenza all’acqua. La scritta water resistant indica che in laboratorio, dopo 20 minuti (40 in caso di dicitura “very high water resistant”) di immersione in acqua, il 95% del prodotto solare rimane sulla pelle. Un fattore molto importante per i bambini.

4. Filtro. Esistono filtri chimici e fisici. Quale scegliere per la crema solare per bambini? Se il tuo bambino ha meno di un anno (soprattutto sotto i 6 mesi) o una pelle intollerante e/o atopica, scegli un filtro solare esclusivamente fisico all’ossido di zinco e/o biossido di titanio) che si contrappone tra la pelle e il sole. Inoltre, agendo da schermo è molto meno irritante. I filtri chimici sono più facili da applicare e si assorbono velocemente, ma sono indicati dopo l’anno di età per la pelle non sensibile.

5. INCI. Si tratta della lista degli ingredienti e non deve contenere la presenza di profumi, coloranti e parabeni.

Ora sai nel dettaglio come scegliere la protezione solare per i bambini e tra le migliori ti consigliamo il latte solare delicato 50+ di Vichy,  oppure lo spray di Avène dalla consistenza fluida e leggera.

Ricorda inoltre di evitare più possibile l’esposizione diretta ai raggi del sole nelle ore centrali (tra le 11 e le 16), anche se è nuvoloso. In caso di scottature lievi, e comunque dopo la doccia, applica una crema emolliente come il latte doposole di Bionike, adatto anche alla pelle sensibile dei neonati.