SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

Ulteriori 10€ Extra* sui Saldi con il coupon LUGLIO10 solo fino a stasera - *ordine minimo 95€

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€

3331850577     800699743

Ulteriori 10€ Extra* sui Saldi con il coupon LUGLIO10 solo fino a stasera - *ordine minimo 95€

Cosa sono i monociti alti nel sangue? Cause, rimedi e valori normali

Tutto sui monociti alti: dalle cause scatenanti ai percorsi di prevenzione

Cosa sono i monociti alti nel sangue? Cause, rimedi e valori normali

Ecco cosa sono i monociti alti nel sangue e quando preoccuparsi

Sei nei tuoi ultimi esami del sangue hai notato valori dei monociti alti, sapere cosa significa e soprattutto come agire è fondamentale per gestire il problema con la giusta tempestività.

Ma cosa sono i monociti? Queste cellule rientrano nella categoria dei leucociti, ovvero globuli bianchi che giocano un ruolo cruciale nel sistema immunitario, aiutando a combattere le infezioni e a rimuovere le cellule morte o danneggiate. Un loro incremento, dunque, può essere un segnale di diverse condizioni, da banali infezioni a disturbi più seri.

Non allarmarti! In questo articolo ti spieghiamo cosa sono i monociti alti nel sangue e quando è il caso di preoccuparsi, così da capire cosa fare e come scegliere il miglior percorso di prevenzione.

Tipi di leucociti e problemi annessi: cosa sono i monociti alti nel sangue?

I leucociti, o globuli bianchi, sono i guardiani del nostro sistema immunitario e si dividono in diverse categorie, ciascuna con funzioni specifiche nella protezione dalle infezioni. Ecco i principali tipi:

  • Neutrofili: sono i più abbondanti e i primi a rispondere in caso di infezione;
  • Linfociti: B e T, sono cruciali per la risposta immunitaria adattativa;
  • Eosinofili: svolgono un ruolo chiave nelle reazioni allergiche e nella lotta contro i parassiti;
  • Basofili: meno abbondanti, sono coinvolti nelle risposte allergiche e infiammatorie;
  • Monociti: essenziali per la rimozione di agenti patogeni, tra cui batteri e virus, e detriti cellulari.

I monociti sono quindi i “pulitori” del sangue, i cui valori normali variano tra il 2% e l’8% del totale dei leucociti, e costituiscono una componente fondamentale per la difesa del nostro organismo. Un loro aumento, noto come monocitosi, può essere un campanello d'allarme, ma non sempre è sinonimo di gravi problemi di salute.

Infatti, quando i risultati di un esame del sangue mostrano monociti alti, sapere cosa significa è cruciale per intervenire in modo sicuro e tempestivo. Come già accennato, un valore elevato dei monociti nel sangue può essere la risposta del corpo a svariati fattori, più o meno gravi, tra cui:

  • Infezioni, sia virali che batteriche, come la mononucleosi, l’epatite o tubercolosi
  • Malattie infiammatorie croniche, come l'artrite reumatoide o la malattie intestinali autoimmuni
  • Reazioni a farmaci o sostanze tossiche
  • Disturbi del sangue, come alcune forme di leucemia

Tuttavia, quando i monociti alti persistono nel tempo o raggiungono livelli molto elevati, è importante valutare il quadro clinico completo del paziente e indagare ulteriormente per escludere condizioni più serie, come disturbi autoimmuni o ematologici, e intervenire in modo appropriato.

Monociti alti: cosa significa nei bambini o in gravidanza?

La presenza di monocitosi può avere diversi significati a seconda dell'età e delle condizioni di salute del paziente. Ad esempio, i monociti alti nei bambini possono essere causati da:

  • Infezioni comuni dell'infanzia, come il morbillo o la varicella;
  • Condizioni infiammatorie, come l'asma o le allergie;
  • Risposta a vaccinazioni recenti.

Allo stesso modo, avere i monociti alti in gravidanza può essere dovuto a:

  • Cambiamenti ormonali che influenzano il sistema immunitario;
  • Risposta a un'infezione lieve;
  • Parte di una risposta immunitaria più ampia per proteggere sia la madre che il feto.

In entrambi i casi, un monitoraggio attento da parte del medico è fondamentale per assicurarsi che i livelli elevati di monociti non siano un segnale di qualcosa di più serio e il trattamento può variare da un semplice controllo periodico a terapie specifiche come antibiotici contro le infezioni batteriche o farmaci antivirali per trattare i sintomi da influenza, se necessario.

Come prevenire l'aumento dei monociti a partire dalle cause

La prevenzione dell'aumento dei monociti inizia con la comprensione e la gestione delle cause che possono portare a questo squilibrio. Mantenere uno stile di vita sano, gestire lo stress e sottoporsi a controlli medici regolari sono passi fondamentali per preservare l'equilibrio del sistema immunitario.

Oltre a queste misure preventive, in caso di monocitosi, il medico potrebbe raccomandare trattamenti mirati alla causa sottostante e, a seconda della diagnosi, prescrivere farmaci antinfiammatori, come i corticosteroidi, disponibili anche sotto forma di creme e unguenti, per ridurre l’infiammazione, o immunosoppressori per trattare le malattie autoimmuni. In casi più gravi di leucemie o altri disturbi del sangue, la chemioterapia o altri farmaci antineoplastici possono essere parte del protocollo terapeutico.

Capire cosa sono i monociti alti nel sangue è il primo passo per decifrare i messaggi che il nostro corpo ci invia, ma ogni trattamento deve essere personalizzato in base alle esigenze del paziente e sempre sotto la supervisione di un professionista sanitario.

Farmacia Europea offre una vasta gamma di prodotti farmaceutici che possono essere utilizzati nel trattamento delle condizioni associate alla monocitosi, accompagnati da consulenza professionale per garantire la scelta più adatta e sicura per ogni paziente.

Se hai ulteriori domande o dubbi, non esitare a contattarci, il nostro team è sempre pronto ad assisterti.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea è autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.