SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

🎁Ricevi un prodotto completamente GRATIS di Neutrogena o Aveeno. SCOPRI DI PIU'

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€

3331850577     800699743

🎁Ricevi un prodotto completamente GRATIS di Neutrogena o Aveeno. SCOPRI DI PIU'

Lenizak - Foglietto Illustrativo

Lenizak un medicinale antidolorifico a base di due diversi principi attivi: il tramadolo cloridrato e il dexketoprofene

Indice Foglietto Illustrativo

  1. Cos’è
  2. Formulazione
  3. A cosa serve
  4. Principio Attivo
  5. Precauzioni per l'uso
  6. Gravidanza e allattamento
  7. Modalità d'uso
  8. Dosaggio
  9. Effetti collaterali
  10. Scadenza e conservazione

 

Lenikaz 75 mg/25 mg granulato per soluzione orale

 

Cos’è Lenizak

 

Lenizak è un medicinale antidolorifico a base di due diversi principi attivi: il tramadolo cloridrato e il dexketoprofene.

Lenizak è indicato nei pazienti adulti per il trattamento sintomatico del dolore acuto, da moderato a grave.

 

Lenizak: formulazioni 

 

  • Lenikaz 75 mg/25 mg granulato per soluzione orale; 
  • Lenikaz 75 mg/25 mg compresse rivestite con film.

 

A cosa serve Lenizak

 

Lenizak è un medicinale che contiene l'associazione di due antidolorifici, indicato nei pazienti adulti con età superiore a 18 anni per il trattamento sintomatico a breve termine del dolore acuto, da moderato a grave.

 

Principio attivo Lenizak 

 

Lenizak è un medicinale che contiene due diversi principi attivi: tramadolo cloridrato, un analgesico oppioide e dexketoprofene, un farmaco antinfiammatorio non steroideo.

Il tramadolo cloridrato agisce a livello del sistema nervoso centrale alleviando il dolore agendo su specifiche cellule nervose.

Il dexketoprofene, come altri FANS, agisce inibendo l'enzima ciclossigenasi e impedendo la sintesi di prostaglandine e altre molecole mediatrici di infiammazione.

 

Precauzioni per l’uso 

 

Evitare l’utilizzo di Lenizak nelle seguenti condizioni:

  • Allergia ai principi attivi o ad altri componenti del medicinale
  • Allergia ad altri FANS
  • Asma 
  • Rinite allergica acuta
  • Polipi nasali 
  • Ulcera peptica
  • Sanguinamento gastrico o intestinale
  • Disturbi digestivi cronici
  • Colite ulcerosa o morbo di Crohn 
  • Insufficienza cardiaca grave
  • Patologie renali o epatiche
  • Disordini emorragici o della coagulazione
  • Emorragie in corso
  • Disidratazione grave
  • Problemi respiratori
  • Epilessia o convulsioni
  • Episodi di intossicazione da alcool, sonniferi, antidolorifici

Il tramadolo può creare dipendenza fisica e psicologica e, quando assunto per un lungo periodo di tempo, l’effetto può diminuire e può essere necessario aumentare la dose.

Rivolgersi al medico prima di iniziare il trattamento con Lenizak in caso di:

  • Allergia o allergie passate 
  • Disturbi renali, epatici, cardiaci
  • Patologie cardiache
  • Età avanzata
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Connettivite mista
  • Disturbi nella formazione del sangue e delle cellule ematiche
  • Rischio di patologie cardiache o ictus
  • Patologia infiammatoria cronica dell'intestino
  • Varicella 
  • Difficoltà respiratorie
  • Porfiria
  • Pressione cerebrale aumentata
  • Stato di shock 
  • Disturbi della coscienza

Questo medicinale non è stato studiato nei bambini e negli adolescenti, di conseguenza, non essendone stata stabilita nella sicurezza, nell'efficacia, non deve essere utilizzato in questa fascia d'età.

Informare il medico del trattamento, anche recente, con qualsiasi altro medicinale. In particolare:

  • Acido acetilsalicilico 
  • Corticosteroidi 
  • Altri antinfiammatori 
  • Anticoagulanti 
  • Litio 
  • Metotressato 
  • Antiepilettici 
  • Sulfametoxazolo
  • Inibitori delle monoamino-ossidasi 
  • Ace-inibitori 
  • Diuretici 
  • Antagonisti dell’angiotensina II
  • Pentossifillina 
  • Zidovudina 
  • Sulfoniluree 
  • Alcuni antibiotici 
  • Benzodiazepine 
  • Probenecid 
  • Ciclosporina o tacrolimus 
  • Streptochinasi 
  • Digossina 
  • Mifepristone 
  • Antidepressivi 
  • Agenti antipiastrinici 
  • Beta-bloccanti 
  • Carbamazepina 
  • Tranquillanti, sonniferi 

Lenizak contiene saccarosio come eccipiente.

 

Gravidanza e allattamento 

 

Se è in corso una gravidanza, se ne sospetta o sta pianificando una, o si sta allattando al seno con latte materno, chiedere consiglio al medico prima di assumere qualsiasi medicinale.

L’utilizzo di Lenizak durante la gravidanza e l’allattamento al seno con latte materno è altamente controindicato.

 

Come prendere Lenizak 

 

La posologia e la durata del trattamento con Lenizak devono essere stabilite dal medico in base al tipo di patologia e allo stato di salute generale del paziente.

La formulazione farmaceutica granulato per soluzione orale deve essere disciolta in un bicchiere d'acqua. Mescolare bene per aiutare la dissoluzione e assumere il medicinale immediatamente dopo la ricostruzione. 

Dato che l'assunzione concomitante di cibo rallenta l'assorbimento di Lenizak, per un effetto più rapido, assumere il granulato almeno 30 minuti prima dei pasti

Per qualsiasi dubbio o incertezza sulla modalità di assunzione contattare il medico o il farmacista.

 

Lenizak: dosaggio 

 

La dose raccomandata di Lenizak è di 1 bustina ogni 8 ore, per un massimo di 3 bustine al giorno, senza superare i 5 giorni di trattamento.

Il sovradosaggio può causare vomito, perdita di appetito, mal di stomaco, capogiri, cefalea, midriasi, insufficienza cardiaca, perdita di coscienza, convulsioni e difficoltà respiratorie.

In caso di assunzione/ingestione accidentale di una dose elevata di Lenizak contattare il medico o recarsi al più vicino ospedale.

Non assumere una dose doppia del farmaco per compensare l’eventuale dimenticanza della dose precedente. 

 

Effetti collaterali 

 

Come tutti i medicinali anche Lenizak può provocare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino, tra cui:

  • Nausea, vomito
  • Malessere 
  • Capogiri 
  • Mal di stomaco
  • Diarrea
  • Problemi gastrici 
  • Cefalea
  • Affaticamento
  • Stipsi 
  • Bocca secca
  • Sudorazione aumentata 
  • Palpitazioni 
  • Tachicardia 
  • Disturbi psicotici 
  • Edema della laringe 
  • Collasso 
  • Gonfiore nella zona oculare 
  • Sangue nelle urine 
  • Dolore 
  • Flatulenza
  • Stanchezza
  • Nervosismo 
  • Ansia 
  • Conati di vomito 
  • Infiammazione gastrica 
  • Reazioni cutanee
  • Angioedema 
  • Reazione allergica 
  • Ulcera peptica 
  • Disturbi della prostata 
  • Bradicardia 
  • Epatite 
  • Attacchi epilettici 
  • Insufficienza renale acuta 
  • Shock anafilattico 
  • Mal di schiena 
  • Confusione 
  • Disturbi mestruali 
  • Confusione 
  • Acne 
  • Peggioramento dell’asma 
  • Pancreatite 
  • Disturbi del linguaggio 

 

Scadenza e conservazione 

 

La data di scadenza di Lenizak è riportata direttamente sulla confezione e sulle bustine al suo interno. La scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese indicato.

Non gettare il medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chiedere sempre al farmacista come smaltire i medicinali scaduti o non utilizzati.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.