SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 29,99€

3331850577     800699743

Reomax - Foglietto Illustrativo

Reomax č un medicinale a base di acido etacrinico, che appartiene alla classe dei diuretici dell’ansa

Indice Foglietto Illustrativo

  1. Cos’è
  2. Formulazione
  3. A cosa serve
  4. Principio Attivo
  5. Precauzioni per l'uso
  6. Gravidanza e allattamento
  7. Modalità d'uso
  8. Dosaggio
  9. Effetti collaterali
  10. Scadenza e conservazione

 

Reomax 50 mg compresse

Reomax 50 mg/20 ml fiale 

 

Cos’è Reomax 

 

Reomax è un medicinale a base di acido etacrinico, che appartiene alla classe dei diuretici dell’ansa, indicato a partire dai 2 anni di età, per il trattamento di tutte le sindromi da ritenzione idrosalina, in particolare edemi e ascite. La somministrazione endovenosa di Reomax è indicata quando si richiede un rapido instaurarsi della diuresi, come nell’edema polmonare acuto.

 

Reomax: formulazioni 

 

  • Reomax 50 mg compresse; 
  • Reomax 50 mg/20 ml fiale.

 

A cosa serve Reomax 

 

Reomax è un medicinale diuretico, indicato in tutte le sindromi da ritenzione idrosalina, nello specifico:

  • Edemi di origine cardiaca, renale
  • Insufficienza renale cronica
  • Cirrosi epatica con ascite
  • Malattie epatiche ascitogene 

Inoltre, nella sua forma in fiale, Reomax viene utilizzato per il trattamento di tutte quelle condizioni in cui si richiede un rapido instaurarsi della diuresi.

 

Principio attivo Reomax

 

Il principio attivo contenuto in Reomax è acido etacrinico, una molecola appartenente alla classe dei diuretici dell'ansa.

I diuretici favoriscono l'eliminazione del liquido in eccesso attraverso la riduzione del cloruro di sodio, riassorbito a livello urinario. L'acido etacrinico inibisce il riassorbimento di sodio, potassio e cloruro principalmente nel tratto ascendente dell'ansa di Henle, ma anche i tubuli renali prossimali e distali.

Questa azione farmacologica provoca un aumento della produzione urinaria e una riduzione del volume di fluido extracellulare.

 

Precauzioni per l’uso 

 

Evitare l’utilizzo di Reomax in caso di allergia all’acido etacrinico o altri componenti del medicinale, anuria ed età inferiore ai 2 anni.

Reomax deve essere somministrato con cautela in pazienti affetti da cirrosi epatica avanzata, specie se nell'anamnesi del paziente figurano episodi di squilibrio elettrolitico o di encefalopatia epatica. Reomax, al pari di altri diuretici, può portare a coma epatico e decesso.

In pazienti trattati con glucosidi digitalici, una eccessiva perdita di potassio può portare ad una tossicità digitale. Particolare cura dovrebbe essere riservata per quei pazienti a cui vengono somministrati steroidi con deplezione di potassio.

Non è stata ancora accertata la possibilità di impiegare con sicurezza ed efficacia Reomax nell'ipertensione; se però il paziente trattato con questo medicinale è già sotto trattamento con antipertensivi, può essere necessario regolare la posologia di questi ultimi. Difatti, quando si somministra acido etacrinico a pazienti già in trattamento con antipertensivi può verificarsi ipotensione ortostatica.

Informare il medico del trattamento, anche recente, con qualsiasi altro medicinale. In particolare:

  • Warfarin 
  • Antibiotici aminoglicosidici
  • Litio 

L’acido etacrinico, specie se usato ad alte dosi, può indurre una profonda diuresi con deplezione idroelettrolitica. A seguito di una diuresi intensa eccessiva si possono verificare debolezza, crampi muscolari, parestesie, sete, anoressia e segni di iponatremia, ipopotassiemia e alcalosi ipocloremica, che possono accentuarsi a causa di una rigida restrizione salina.

La possibilità di una grave perdita di sali e di acqua potrà essere minimizzata da una regolazione della posologia, da una somministrazione intermittente del farmaco, da una integrazione della quota salina e controllando periodicamente il peso del paziente.

Durante il trattamento si renderà, perciò, talvolta necessaria una certa liberalizzazione nell'assunzione di sale con la dieta e l'aggiunta supplementare di cloruro di sodio.

L'uso di Reomax senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare comunque positività ai test antidoping.

 

Gravidanza e allattamento

 

Se è in corso una gravidanza, se ne sospetta o se ne sta pianificando una, o durante il periodo dell'allattamento al seno, chiedere consiglio al medico prima di assumere qualsiasi medicinale.

L'assunzione di Reomax durante la gravidanza e durante l'allattamento al seno è altamente controindicata.

 

Come prendere Reomax 

 

La posologia e la durata del trattamento con Reomax devono essere stabilite dal medico in base al tipo di patologia e allo stato di salute generale del paziente.

La formulazione farmaceutica compresse deve essere assunta per via orale, con l’aiuto di un po' d’acqua e sempre a stomaco pieno.

La formulazione farmaceutica fiale è iniettabile per via endovenosa. Per solubilizzare il liofilizzato (fiala A) scioglierlo in 20-40 ml di soluzione glucosata (fiala B). La soluzione ottenuta può essere utilizzata per iniezione endovenosa diretta, nel tempo di molti minuti, o nel corso di una fleboclisi, mediante lenta infusione del deflussore.

Per qualsiasi dubbio o incertezza sulla modalità di assunzione, contattare il medico o il farmacista.

 

Reomax: dosaggio 

 

La dose iniziale consigliata di Reomax nella formulazione compresse è di 50 mg, da somministrarsi al mattino a stomaco pieno. La dose giornaliera efficace è di norma compresa tra 50-150 mg di acido etacrinico, da somministrarsi sempre dopo i pasti.

In casi particolarmente gravi, la dose giornaliera può essere gradualmente aumentata fino ad un massimo di 200-250 mg di Reomax. Nella terapia di mantenimento si consiglia di somministrare il farmaco a giorni alterni, oppure di far seguire a 2-3 giorni di terapia, 2-3 giorni di pausa.

La dose standard endovenosa per un adulto di peso medio è di 1 fiala di acido etacrinico o di 0,5-1 mg per kg di peso corporeo. Raramente, è necessaria una seconda somministrazione. In tal caso, si consiglia di cambiare la sede dell'iniezione per evitare la possibilità di tromboflebiti.

In caso di sovradosaggio, può essere indotta una profonda diuresi con deplezione idroelettrolitica e possibilità di disidratazione.

In caso di assunzione/ingestione accidentale di una dose elevata di Reomax, contattare il medico o recarsi al più vicino ospedale.

Non assumere una dose doppia del farmaco per compensare l’eventuale dimenticanza della dose precedente. 

 

Effetti collaterali 

 

Come tutti i medicinali, anche Reomax può provocare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino, tra cui:

  • Anoressia
  • Malessere
  • Dolore addominale 
  • Disfagia 
  • Nausea, vomito 
  • Diarrea
  • Emorragia gastrointestinale
  • Diminuzione dell’escrezione urinaria
  • Gotta 
  • Ipoglicemia sintomatica acuta
  • Convulsioni
  • Pancreatite
  • Ittero
  • Agranulocitosi e neutropenia
  • Trombocitopenia
  • Eritemi cutanei
  • Cefalea 
  • Febbre, stanchezza, brividi
  • Annebbiamento della vista
  • Stato confusionale
  • Reazioni nel punto di iniezione
  • Vertigini, 
  • Sordità, ronzii

La sordità è stata di solito reversibile e di breve durata (da 1 a 24 ore). In alcuni pazienti, però, la perdita dell'udito è stata permanente, specialmente se in questi soggetti erano stati somministrati altri farmaci a riconosciuta ototossicità.

In pazienti già gravemente ammalati e refrattari agli altri diuretici si sono verificati alcuni decessi, i quali potrebbero essere connessi alla somministrazione del farmaco. Questi pazienti, in genere, possono essere compresi in due gruppi:

  • Pazienti cardiopatici con severo danno miocardico in trattamento digitalico e nei quali presumibilmente si era instaurata ipopotassiemia acuta con aritmia letale
  • Pazienti affetti da cirrosi epatica ascitogena in grave stato di scompenso, con o senza encefalopatia in squilibrio elettrolitico, nei quali l'esito fatale fu dovuto ad aggravamento della situazione elettrolitica.

 

Scadenza e conservazione 

 

La data di scadenza di Reomax è riportata direttamente sulla confezione e sul blister/fiale al suo interno. La scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese indicato.

Non gettare il medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chiedere sempre al farmacista come smaltire i medicinali scaduti o non utilizzati.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea č autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.