Ginocchio valgo

DeformitÓ anatomica degli arti inferiori che convergono verso il centro del ginocchio

 

Cos’è il ginocchio valgo 

Il ginocchio valgo è una deformità anatomica degli arti inferiori nella quale le ginocchia puntano una verso l’altra invece di mantenere una linea dritta. Noto anche come ginocchia a X, il ginocchio valgo è il risultato del mancato allineamento tra femore e tibia, rispettivamente l’osso della coscia e uno dei due ossi della gamba. I primi tendono a convergere verso il centro, a livello delle rotule, mentre le tibie tendono a distanziarsi progressivamente scendendo verso i piedi.

Le forme lievi di ginocchio valgo sono asintomatiche e non comportano nessun tipo di problema, mentre le forme più gravi sono dolorose e responsabili di alcune complicanze che interessano le strutture del ginocchio. Il ginocchio valgo nei bambini è una condizione abbastanza comune fino a 5-6 anni di età e si tratta di un disturbo molto spesso temporaneo. 

Quali sono i sintomi del ginocchio valgo 

Come abbiamo già detto, nelle forme lievi questa distorsione anatomica tende a essere un problema esclusivamente estetico. Nelle forme gravi, al contrario, si ha l’insorgenza di segni clinici che possono essere anche molto marcati e invalidanti. 

Tra i sintomi del ginocchio valgo possiamo citare:


- Dolore alla rotula 
- Anomalie nella deambulazione 
- Instabilità 
- Ridotta mobilità del ginocchio 
- Stiramenti o lesioni ai legamenti 
- Infiammazione nella parte esterna del ginocchio 

Nella popolazione adulta, il ginocchio valgo è diffuso in special modo tra le donne, a causa della particolare conformazione del bacino femminile. Nelle forme gravi, infortuni come la rottura del menisco o lesioni ai legamenti sono molto comuni. Questi traumi, in età avanzata, favoriscono lo sviluppo di patologie come l’osteoartrite del ginocchio.

Quali sono le cause del ginocchio valgo 

A livello anatomico, il ginocchio valgo è il risultato del mancato allineamento tra femore e tibia che dà vita a un angolo ottuso, lateralmente, e a un angolo acuto nella zona mediana. 

Nei bambini si manifesta spesso come un disturbo evolutivo senza cause apparenti e viene corretto senza alcun intervento entro i 7-9 anni. In altre circostanze, però, può anche essere il risultato di rachitismo, obesità e debolezza muscolare. In generale, il ginocchio valgo è la conseguenza di una mancata calcificazione delle ossa. Negli adulti o nei giovani adulti può essere causato anche da carenza di vitamina D o calcio e alcuni tipi di traumi allo scheletro. 

Tra le cause di ginocchio valgo troviamo:


- Obesità
- Carenza di vitamina D o calcio
- Rachitismo 
- Debolezza muscolare (anca e gluteo)
- Predisposizione anatomica 

Rispetto alla predisposizione anatomica, il ginocchio valgo può dipendere dalla larghezza del bacino, da un’anomalia strutturale del ginocchio, da una forma anomala di femore o tibia o da una deformità dell’anca.

Ginocchio valgo: i rimedi del farmacista  

Quando questo disturbo è responsabile di una sintomatologia dolorosa e invalidante, si può ricorre ad alcuni tipi di terapie. I rimedi per il ginocchio valgo di tipo conservativo consistono, generalmente, nell’utilizzo di scarpe ortopediche, esercizi di fisioterapia, ginnastica posturale e somministrazione di farmaci specifici e antinfiammatori come Neo-Optalidon. Anche le iniezioni di acido ialuronico sembrano essere molto efficaci nei confronti di questa patologia. La riduzione del peso corporeo è un aspetto molto importante per non sovraccaricare muscoli e struttura ossea. La carenza di calcio o vitamina D può essere ovviata tramite l’assunzione di un integratore alimentare

Se il trattamento conservativo non ha effetto, si ricorre alla terapia chirurgica, che consiste in un intervento di osteotomia femorale: in sintesi, si effettua un rimodellamento della porzione di femore vicino alla rotula per cercare di allinearlo con la tibia.