Cosa fare per il mal di testa?

Soffri anche tu di questo fastidioso disturbo? Eccoti una guida per scoprirne cause e rimedi.

 

Cosa fare per il mal di testa?

Il mal di testa affligge il 50% della popolazione adulta e si manifesta con diversi tipi di dolore: pulsante, improvviso, crescente, debole o acuto. Spesso non se ne comprende la causa o la differenza e per questo non si riesce a curare in modo adeguato. I mal di testa sono quindi tutti diversi, possiamo però dividerli in diversi tipi di cefalee (altro termine per definirlo): primarie, secondarie.

· Cefalee Primarie: sono le più comuni e si differenziano dalle altre perché sono un disturbo autonomo ovvero non sono legate a nessun'altra patologia. La presenza di una cefalea primaria è dovuta ad una scorretta percezione ed elaborazione del dolore da parte di alcuni meccanismi del cervello. In base al tipo di malfunzionamento si differenziano in varie tipologie di cefalee primarie (emicrania, cefalea a grappolo, emicrania cronica, cefalea tensiva …). Le cefalee Primarie non sono mortali e non causano danni permanenti al cervello.

 · Cefalee Secondarie: dette anche sintomatiche, sono invece l’effetto di un’altra malattia, che in alcuni casi è anche molto grave.

Le cefalee primarie: come riconoscerle e come curarle

Tra le cefalee primarie ci sono: la cefalea tensiva, l’emicrania e la cefalea a grappolo.

1. Cefalea Tensiva: Che cos'è?

La cefalea tensiva si manifesta con un dolore compressivo, bilaterale variabile, nella zona temporale. È tra i mal di testa più diffusi e si manifesta con un dolore lieve o moderato. La sua durata varia da 30 minuti a 7 giorni. Questa tipologia di cefalea colpisce la maggior parte della popolazione.

Quali sono i fattori scatenanti?

I fattori che scatenano la cefalea tensiva sono diversi: i cambiamenti ormonali durante gravidanza e mestruazioni, una carenza di ferro, periodi di tensione o forte stress, la meteoropatia, la tosse, gli stimoli freddi o anche cibi e bevande fredde, e la compressione o la costrizione da parte di un prodotto: es elastico per capelli, cappello troppo stretto o altro.

2. Emicrania: Che cos'è?

L’emicrania è la seconda cefalea primaria più diffusa. Questa tipologia di mal di testa si presenta con dolori pulsanti unilaterali. La durata dell’emicrania può variare dalle 4 alle 72 ore e spesso può associare al dolore sintomi come vomito e sensibilità alla luce (fotofobia) e ai rumori (fonofobia). Quando l’emicrania è preceduta da fastidi visivi alla luce, formicolii, disturbi del linguaggio e disturbi motori l’emicrania è detta "emicrania con aura".

Quali sono i fattori scatenanti?

I fattori scatenanti, seppur soggettivi, sono da ricercare nei cambiamenti della routine quotidiana. Fattori come stress, ritmi del sonno, emozioni, cambiamenti alimentari e meteorologici e un’eccessiva attività fisica possono causare l’insorgenza dell’emicrania.

3. Cefalea a Grappolo: Che cos'è?

Meno diffusa tra le cefalee primarie, la cefalea a grappolo si presenta con un dolore unilaterale ed è estremamente dolorosa. Il dolore è pulsante e si presenta nella zona orbitaria (dentro e intorno all'occhio) o temporale con fasi (dette grappoli) di diversa frequenza. Le fasi possono durare settimane o mesi. Gli attacchi si associano a congestione nasale, lacrimazione, sudorazione del volto, rinorrea, miosi, edema palpebrale. I più colpiti sono gli uomini tra 20 ai 40 anni.
 
Quali sono i fattori scatenanti?

Tra i più comuni ci sono l’alcool, la nicotina e alcuni alimenti.

Cosa prendere per il mal di testa?

Ci sono diversi rimedi per il tuo mal di testa: è possibile ricorrere ad un farmaco contenente il principio attivo più adatto alla tua cefalea oppure ricorrere ad alcuni rimedi naturali. Qualsiasi sia la scelta è necessario consultare un medico. I principi attivi per combattere il mal di testa sono:

Ibuprofene: è una molecola analgesica, antinfiammatoria e antipiretica e si utilizza per trattare i dolore di varia natura. I farmaci con ibuprofene sono: Brufen, Ibupas, Ibuprofene B. Braun, Moment, Momentact, Momenxsin (in associazione a pseudiefedrina), Nurofen.

Naprossene: è un farmaco non steroideo con azione analgesica, antinfiammatoria e antipiretica. Adatto per il trattamento dei dolori lievi. I farmaci con Naprossene: Momendol    
   
Ketoprofene: è un principio con proprietà antinfiammatorie ed analgesiche. I farmaci con Ketoprofene: Artrosilene, Fastum gel, Flexen "Retard", Ketadol, Oki.

I rimedi naturali per il mal ti testa riguardano l’assunzione di alcune vitamine e minerali tra questi il magnesio. Il magnesio è infatti fondamentale per la salute del nostro organismo e del sistema nervoso, una carenza di questo può portare all’insorgenza dell’emicrania. Introdurlo nel nostro organismo può non solo prevenire il mal di testa ma anche aiutare i muscoli a distendersi e rilassarsi.

Prevenzione per il tuo mal di testa: abitudini, movimento e alimentazione

Movimento, alimentazione e abitudini sane possono prevenire l’insorgere del mal di testa e restituire energia alle giornate.

·Movimento: praticare yoga, svolgere esercizi di respirazione, effettuare un automassaggio ai muscoli del collo, svolgere un’attività fisica costante e altro ancora può aiutare a combattere il mal di testa. È importante sapere anche che un eccessivo esercizio fisico se si è fuori forma può causare l'insorgere di cefalee.

·Alimentazione: l’alimentazione può essere un'altra causa, è bene per questo condurre una dieta sana e regolare che non preveda troppa caffeina, alcool e digiuni.

·Abitudini: dormire a sufficienza, svegliarsi e andare a letto alla stessa ora, ridurre lo stress e le sue cause può prevenire la cefalea. Può sembrare strano ma anche momenti senza stress possono portare all’insorgere dell’emicrania.

·Ambiente: l cambi di temperatura, ma anche luci forti e odori intensi, sono da considerare fattori scatenanti per il mal di testa.

·Ormoni: il cambiamento di estrogeni, in periodi come la menopausa, è da considerare un fattore scatenante.

 Curare il mal di testa senza farmaci

Se non si vuole ricorrere ai farmaci, per curare la cefalea è possibile affidarsi ad altre terapie e procedure di rilassamento.

Le più comuni terapie per alleviare il mal di testa sono lo yoga e lo shiatzu. Ci sono poi l’agopuntura e il biofeedback (con la quale si regola la tensione muscolare per mezzo di uno strumento elettronico).

Qualsiasi cura o prevenzione si attui è importante intervenire sul mal di testa ai primi sintomi per evitare che peggiori e diventi invalidante.

Consultare un medico se il trattamento farmacologico non dovesse servire.