Ernia inguinale

Tutti i sintomi e i rimedi per questo disturbo addominale

 

Cos’è l’ernia inguinale

L’ernia inguinale è la fuoriuscita di un viscere addominale, in direzione del canale inguinale, causata da un indebolimento della parete addominale.

Questo disturbo colpisce prevalentemente gli uomini di mezza età e, spesso, è la conseguenza di uno sforzo o di un peso eccessivo. Tuttavia, anche nelle donne questa patologia può presentarsi, ma con un’incidenza 10 volte più bassa rispetto agli uomini. 

L’ernia inguinale nelle persone adulte è una condizione a cui è riservato un monitoraggio costante poiché può portare allo strozzamento dell’ernia, una condizione molto pericolosa in cui la porzione di organo erniato rimane intrappolata.

Quali sono i sintomi dell’ernia inguinale 

L’ernia inguinale si manifesta con un rigonfiamento molle e compare quasi sempre nella parte destra dell’addome anche se, a volte, può comparire a sinistra o essere bilaterale. Il dolore è uno dei segni più invalidanti di questa condizione e compare a causa della compressione che la porzione di organo erniato esercita a carico delle terminazioni nervose presenti nel canale inguinale. 

Tra i sintomi dell’ernia inguinale possiamo elencare:

- Rigonfiamento inguinale
- Dolore
- Crampi addominali 
- Dolore al testicolo
- Coliche
- Stitichezza 

Quando l’ernia è di grandi dimensioni i sintomi si fanno più severi e molto pericolosi, come:

- Nausea
- Vomito
- Febbre
- Tumefazione rossa o nera in zona addominale 

Quali sono le cause dell’ernia inguinale

Quando questa condizione è congenita, ossia presente alla nascita, essa dipende dalla mancata chiusura spontanea del dotto peritoneo-vaginale. Esistono casi in cui questo disturbo può comparire senza alcun motivo apparente ma, in linea di massima, vi sono dei fattori di rischio che possono favorirne la comparsa, come fumo di sigaretta, obesità e stitichezza. 

Tra le cause di ernia inguinale ci sono:

- Obesità
- Gravidanza
- Sforzi eccessivi
- Tosse cronica 
- Stitichezza

Quando un soggetto soffre di stitichezza cronica esercita uno sforzo molto impegnativo durante l’evacuazione. La stitichezza è sia una causa che un sintomo dell’ernia inguinale perché la comparsa di questa condizione porta a un rallentamento del transito intestinale.

Ernia inguinale: i rimedi del farmacista

Quando compaiono i primi sintomi di ernia inguinale è doveroso contattare un medico per diagnosticare il grado di questo disturbo. Se l’ernia non causa fastidi, si procede con la sorveglianza e il monitoraggio indossando mutande elastiche che hanno un’azione contenitiva. Nel caso di comparsa dei sintomi il medico può procedere con una manovra per far rientrare l’ernia in sede o, se questa fallisce, consigliare l’intervento chirurgico. 

In caso di dolore è possibile assumere antidolorifici come Brufen analgesico, mentre in caso di coliche addominali sono ideali le compresse Buscopan. Inoltre, ricordiamo che l’ernia inguinale nei bambini va sempre trattata con l’intervento chirurgico.