Fibroma uterino

Scopri cause e gli effetti della neoplasia benigna dell’utero

 

Cos’è il fibroma uterino

I fibromi uterini sono neoplasie solide benigne che hanno origine dal tessuto muscolare dell’utero. Si tratta di masse di tessuto che crescono, nella maggior parte dei casi, in maniera molto lenta e soggetta a fattori ormonali, come la produzione di estrogeni che si ha in età fertile. Non a caso dopo la menopausa il fibroma uterino tende a regredire o sparire del tutto. 

I fibromi sono raramente causa di infertilità e, quasi sempre, convivono tranquillamente con una gravidanza. Alcune volte però la grandezza e la localizzazione della massa neoplasica può essere responsabile di contrazioni uterine e riduzione della crescita fetale.

Quali sono i sintomi del fibroma uterino

I sintomi del fibroma uterino dipendono dalle dimensioni e dalla sede del mioma. Capita, infatti, che fibromi di grandi dimensioni siano asintomatici mentre, per esempio, un fibroma di piccole dimensioni, ma localizzato nella cavità endometriale, porti all’insorgenza di sintomi importanti. 

I sintomi più comuni del fibroma uterino sono:

- Dolore pelvico
- Mestruazioni abbondanti e/o ravvicinate
- Dismenorrea (mestruazioni dolorose)
- Disturbi intestinali
- Gonfiore addominale
- Bisogno frequente di urinare

Gli ultimi tre sintomi citati sono meno frequenti e dipendo dalla grandezza del fibroma che può premere sulle pareti uterine. 

Quali sono le cause del fibroma uterino

Le cause del fibroma uterino non sono ancora del tutto chiare, ma la predisposizione genetica gioca un ruolo importante nell’insorgenza di questa patologia. Alcune anomalie cromosomiche potrebbero essere responsabili della formazione del fibroma uterino

Un altro fattore responsabile è la fluttuazione ormonale della donna durante l’età fertile. Sbalzi ormonali di estrogeni e progesterone possono portare alla formazione e al mantenimento dei fibromi uterini


Fibroma uterino: i rimedi del farmacista

Quando il fibroma uterino si presenta in maniera asintomatica il trattamento si basa sul monitoraggio costante tramite ecografia e visite ginecologiche. Quando invece si presentano i sintomi si può ricorrere a due vie: la terapia farmacologia e quella chirurgica. La terapia farmacologica prevede farmaci per la modulazione dei livelli di ormoni e la regolarizzazione del ciclo mestruale, come per esempio la pillola anticoncezionale. La terapia chirurgica si effettua quando le dimensioni del fibroma tendono ad aumentare nonostante la terapia farmacologica. 

Ricordiamo che in alcuni casi le dimensioni del mioma possono arrivare a coprire tutto lo spazio dell’utero. Alcuni rimedi naturali possono essere efficaci coadiuvanti per la prevenzione del fibroma uterino come per esempio la vitamina D: ne è un esempio l’integratore Swisse  che aiuta l’organismo a mantenere costanti i livelli di questo nutriente. Quando, invece, i sintomi mestruali si presentano in maniera acuta è consigliato l’utilizzo di farmaci come Buscofen soluzione orale per alleviare il dolore.