Occhio pigro

Scopri le cause ed i rimedi per la riduzione della capacità visiva

 

Cos’è l’occhio pigro

L’occhio pigro, o ambliopia, è una condizione caratterizzata dalla riduzione, più o meno marcata della capacità visiva di un occhio. Questa condizione, che interessa circa il 4% della popolazione mondiale può, in alcuni casi rari, interessare entrambi gli occhi. 

L’occhio pigro deriva da un’alterata trasmissione del segnale nervoso tra occhio e cervello, in cui quest’ultimo predilige un occhio a sfavore dell’altro a causa dalla ridotta capacità visiva. Allo stato attuale l’ambliopia è una condizione totalmente reversibile se diagnosticata e trattata entro i primi due - tre anni di vita e quasi totalmente entro i sei. Con il crescere dell’età la condizione si stabilizza e non è più possibile intervenire per una soluzione completa.

Quali sono i sintomi dell’occhio pigro

Per quanto riguarda l’occhio pigro va fatta molta attenzione ai segni di questo disturbo poiché, nella maggior parte dei casi, il paziente è troppo piccolo per denunciare disturbi della vista. Per questo motivo è consigliabile effettuare la prima visita oculistica entro il primo - secondo anno di vita in modo da poter rilevare eventuali patologie e porre correzione prima possibile. 

Tra i sintomi dell’occhio pigro troviamo:

- Difficoltà di visione in un occhio 
- Bassa sensibilità al movimento
- Scarsa percezione della profondità 
- Movimenti involontari di un occhio verso l’interno o verso l’esterno

Quali sono le cause dell’occhio pigro

Le cause dell’occhio pigro possono derivare da qualsiasi condizione che sconvolge il normale sviluppo degli occhi. Alcune patologie congenite, così come disturbi della vista, quali miopia o astigmatismo, possono condizionare le capacità visive dell’infante. Questa condizione, quando persiste fino all’età adulta non è più reversibile e l’unico rimedio per l’occhio pigro in stato avanzato sono gli esercizi per migliorare la capacità visiva, che consistono nell’allenare l’occhio tramite immagini in movimento proiettate sullo schermo di un dispositivo elettronico. 

Per quanto riguarda le cause dell’occhio pigro possiamo citare:

- Strabismo 
- Miopia
- Ipermetropia
- Astigmatismo
- Cataratta congenita
- Glaucoma

Applicando lenti correttive per i problemi di rifrazione, come miopia o astigmatismo, ed esercitando l’occhio più debole, il disturbo si risolve completamente se la diagnosi è stata fatta entro i primi anni di vita.

Occhio pigro: i rimedi del farmacista 

I rimedi per l’occhio pigro si basano sulla correzione della patologia che può aver causato questa condizione e sugli esercizi per rafforzare la vista sull’occhio più debole. 

Gli esercizi vanno svolti bendando l’occhio più acuto con una garza per indirizzare tutti gli sforzi visivi sull’occhio pigro. Alcuni accorgimenti possono lenire il fastidio e l’affaticamento dell’occhio durante questo processo come, per esempio, le  gocce Acuvis. Molto utile è utilizzare delle garze oculari che svolgono un’attività lenitiva e detergente, soprattutto in presenza di stati infettivi o infiammatori.