Digestione lenta

Uno dei problemi digestivi pi¨ diffusi e condizionanti.

 

Cos’è la digestione lenta

Si sa, mangiare è uno dei pochi veri piaceri della vita! Tutti amano concedersi qualche prelibatezza, nonostante l’attenzione alla dieta e al non eccedere troppo! Ma cosa fare quando si soffre di digestione lenta e ci si ritrova a fronteggiare la sintomatologia associata a una cattiva digestione? In realtà, non sono pochi gli italiani che accusano questa problematica, infatti, circa il 40% di loro soffre di problemi digestivi. 

Le difficoltà digestive, raggruppabili sotto il termine generico di dispepsia, sono responsabili di sintomi associabili a stanchezza, eruttazioni o pesantezza di stomaco. La digestione lenta rientra tra queste problematiche e può diventare fonte di un rapporto problematico con il cibo e con la sua assunzione.

Quali sono i sintomi della digestione lenta

Nel caso di difficoltà digestive è importante rivolgersi al proprio medico curante soprattutto se compaiono alcuni segnali specifici, che non vanno sottovalutati. 

Ecco i principali sintomi della digestione lenta:

- Eruttazioni
- Alitosi
- Bruciori di stomaco
- Rigurgito acido
- Dolore alla parte alta dell’addome
- Stanchezza fisica
- Senso di digestione lunga e dolorosa
- Intolleranza a grassi, fritti e uova

Nei casi più gravi, digestione lenta e tachicardia, così come il gonfiore da digestione lenta, possono essere sintomi di altre problematiche più gravi su cui è importante indagare. In generale, quando i sintomi della digestione lenta sono presenti in maniera continuativa e per molto tempo, è importante effettuare una visita specialistica e condividere con il proprio medico di fiducia la possibilità di effettuare una gastroscopia e delle analisi del sangue. 

Quali sono le cause della digestione lenta

Le cause della digestione lenta possono essere:

- Cattiva alimentazione
- Obesità
- Gastriti
- Ulcera gastrica
- Uso di alcuni medicinali come antiinfiammatori steroidei, ferro, teofillina etc..
- Helicobacter Pylori
- Malattia da reflusso gastroesofageo

Inoltre, un fattore che può facilitare l’insorgere di una sintomatologia associata alla digestione lenta è la gravidanza. Digestione lenta e gravidanza vanno, purtroppo, di pari passo, ma questa problematica non deve spaventare le future neo-mamme. Infatti, è assolutamente normale e nasce non solo dai cambiamenti ormonali, ma anche dalle modifiche del corpo e dell’apparato gastrointestinale.

Digestione lenta: i rimedi del farmacista

Come aiutare il nostro sistema digerente e come combattere i sintomi della digestione lenta

L’integratore Erbamea Eupeptos, in compresse masticabili, è un prodotto naturale a base di resina di lentisco ed estratto secco dei frutti di emblica, che aiuta il controllo dell’acidità gastrica. Per limitare la sensazione di bruciore, che nasce da una cattiva digestione e dal reflusso, un ottimo rimedio è Maalox RefluRAPID, che protegge la mucosa dell’esofago agendo localmente. Infine, anche le tavolette masticabili CalmAcid sono ideali per questa problematica: proteggono la mucosa gastrica, alleviano il bruciore di stomaco e tamponano l’iperacidità.