Poche regole, ma buone: ecco come avere una corretta igiene intima

Tutte le risposte alle tue domande per seguire una corretta igiene intima ogni giorno

 

Perché è importante avere una corretta igiene intima quotidiana

Ti capita mai di avere dei fastidi e/o bruciori dopo la tua igiene intima quotidiana? Devi sapere che le zone femminili sono molto delicate e possono essere soggette a irritazioni e infezioni vaginali, come la candida che è tra le più comuni. Alcune addirittura, se trascurate, possono portare anche a situazioni di infertilità, per questo è fondamentale avere una corretta igiene intima. Ma quante volte al giorno è giusto lavarsi? Che pH scegliere?

Per rispondere alle tue domande, ecco una breve guida sulle accortezze da avere per prenderti cura della tua zona genitale, che in alcuni periodi particolari della vita, come la gravidanza, è più esposta al rischio d’infezioni e irritazioni.

 6 regole per lavarsi ogni giorno

1. Il lavaggio. La detersione deve interessare la parte esterna, ovvero la vulva, perché la vagina è in grado di mantenersi pulita da sola. Durante il lavaggio è importante iniziare il movimento di pulizia da questa zona fino ad arrivare all’ano, e non viceversa: questo passaggio è fondamentale per evitare di trascinare nelle vie urinarie i batteri dell’intestino, che possono provocare delle infezioni.

2. Massimo due lavaggi al giorno. Non di più, perché eccedere con il detergente intimo, anche se delicato, può rivelarsi anti-producente: la pelle potrebbe seccarsi o irritarsi.

3. Asciugare bene. La fase dell’asciugatura è fondamentale: bisogna evitare di lasciare la zona intima bagnata perché un ambiente caldo e umido è l’ideale per la proliferazione dei batteri. La regola è: tamponare sempre e mai sfregare!

4. No a lavande vaginali. Anche se in passato le lavande venivano utilizzate per eliminare i residui del ciclo o addirittura gli spermatozoi dopo un rapporto sessuale, questo sistema di pulizia vaginale, oltre a essere inefficace come contraccettivo, è dannoso perché sconvolge l’equilibrio della flora batterica, favorendo lo sviluppo di batteri.

5. Igiene fuori casa. Per una corretta igiene intima fuori casa, l’ideale è avere nella borsa le salviettine intime di Saugella che hanno proprietà tonificanti e antibatteriche a pH 3.5.

6. Biancheria. Cambiala ogni giorno e scegli slip in cotone 100%, possibilmente bianchi.

Che detergente usare per la tua igiene intima?

Alla base di una corretta igiene intima ci deve essere un prodotto specifico da utilizzare, ovviamente, insieme all’acqua. Per sceglierlo è importante sapere che la vagina ospita dei batteri, che costituiscono la flora batterica, il cui equilibrio va rispettato per evitare le infezioni: ecco perché bisogna usare un detergente intimo delicato a pH adeguato, che rispetti l’acidità naturale della vagina. Inoltre il pH vaginale cambia nel corso della vita di una donna e, per questo, ogni età ha il suo prodotto specifico:

- Infanzia (fino a 7 anni): pH neutro da 4.5 a 7.0, come quello del detergente Saugella Girl adatto dai 3 anni.

- Pubertà: pH 5.5 debolmente acido.

- Età fertile: pH che oscilla tra 3.5 e 4.5.

- Menopausa: pH superiore a 5, vicino alle neutralità.

In periodi a maggior rischio infezioni, come gravidanza, ciclo mestruale, infezioni vaginali in atto e di frequentazione palestre e piscine, meglio utilizzare un detergente a pH 3.5 come il prodotto antibatterico di Bionike che contrasta gli squilibri dell’ecosistema vaginale, favorendo le naturali difese fisiologiche.

Consulta lo store online di Farmacia Europea e, nella sezione igiene intima, scegli tra prodotti ginecologici quello più adatto a te per una corretta igiene intima quotidiana!