SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€   |   WHATSAPP 3331850577  |   NUMERO VERDE 800699743

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI OLTRE I 34,90€

3331850577     800699743

Fosfomicina - Principio Attivo

La Fosfomicina un antibiotico noto per la sua efficacia nel trattamento delle infezioni del tratto urinario, specialmente quelle causate dal batterio Escherichia coli.

Indice Principio attivo

  1. Principio attivo: Fosfomicina
  2. Come funziona la Fosfomicina
  3. Utilizzo della Fosfomicina per la Cistite
  4. Utilizzo della Fosfomicina in Ambito Ospedaliero
  5. Come e quando assumere la Fosfomicina
  6. Modalità di assunzione
  7. Momenti di assunzione
  8. Controindicazioni e avvertenze della Fosfomicina
  9. Conclusione e consigli utili

Principio attivo: Fosfomicina

La Fosfomicina è un antibiotico noto per la sua efficacia nel trattamento delle infezioni del tratto urinario, specialmente quelle causate dal batterio Escherichia coli. Questo principio attivo si distingue per la sua capacità di inibire la crescita batterica, interferendo con la sintesi della parete cellulare del batterio. La Fosfomicina è utilizzata in varie formulazioni, tra cui granulati per soluzione orale e fiale, e si è rivelata un'opzione terapeutica preziosa nel contesto delle infezioni urinarie, sia in ambito ospedaliero che ambulatoriale.

Un esempio di farmaco che contiene Fosfomicina come principio attivo è il Monuril. Per ulteriori dettagli e per comprendere appieno le indicazioni, le modalità d'uso e gli eventuali effetti collaterali di questo medicinale, è possibile consultare il foglietto illustrativo Monuril

Come funziona la Fosfomicina

La Fosfomicina agisce inibendo un enzima essenziale per la costruzione della parete cellulare dei batteri, impedendo così la loro crescita e proliferazione. La sua efficacia e la capacità di raggiungere alte concentrazioni nelle urine la rendono particolarmente indicata per il trattamento delle infezioni del tratto urinario.

Utilizzo della Fosfomicina per la Cistite

La Fosfomicina rappresenta una scelta terapeutica efficace per il trattamento della cistite e di altre infezioni urinarie acute, grazie alla sua azione antibatterica mirata e rapida. La sua capacità di eradicare i batteri patogeni nelle vie urinarie la rende un'opzione affidabile, spesso somministrata in una singola dose per la gestione delle infezioni urinarie non complicate.

Utilizzo della Fosfomicina in Ambito Ospedaliero

La Fosfomicina, grazie alla sua ampia copertura antibatterica e alla sua capacità di agire su un vasto spettro di microrganismi, trova applicazione anche in ambito ospedaliero per il trattamento di varie infezioni, non limitandosi alle sole infezioni del tratto urinario. La sua utilizzazione in questo contesto può riguardare la gestione di infezioni più gravi e complesse, offrendo un supporto terapeutico prezioso, specialmente nei casi in cui altri antibiotici non sono applicabili o risultano inefficaci.

Come e quando assumere la Fosfomicina

La Fosfomicina può essere somministrata in diverse forme e dosaggi, a seconda della gravità dell'infezione e delle esigenze del paziente. La sua assunzione deve sempre avvenire sotto la supervisione di un medico, che stabilirà il dosaggio e la durata del trattamento.

Modalità di assunzione

  • Fosfomicina in bustine (granulato): Questa formulazione è comunemente prescritta per le infezioni urinarie e viene assunta per via orale. Il contenuto della bustina, generalmente un granulato, deve essere sciolto in acqua e bevuto. È spesso utilizzata per il trattamento della cistite e altre infezioni del tratto urinario, grazie alla sua capacità di eliminare i batteri responsabili dell'infezione.
  • Fosfomicina in fiale: Questa formulazione è prevalentemente utilizzata in ambito ospedaliero per trattare infezioni più gravi o complesse. La Fosfomicina in fiale è spesso riservata a quei casi in cui le infezioni sono particolarmente resistenti o quando non è possibile utilizzare altri antibiotici.

Entrambe le modalità di assunzione sono efficaci contro un ampio spettro di batteri e vengono scelte in base alla gravità dell'infezione, alla localizzazione della stessa e alle condizioni generali del paziente.

Momenti di assunzione

La Fosfomicina granulato è spesso somministrata in un'unica dose per il trattamento delle infezioni urinarie. La somministrazione deve avvenire a stomaco vuoto, preferibilmente almeno 2-3 ore dopo l'ultimo pasto, per garantire un assorbimento ottimale.

Controindicazioni e avvertenze della Fosfomicina

Nonostante la Fosfomicina sia generalmente ben tollerata, esistono alcune controindicazioni e avvertenze che devono essere considerate prima dell'uso.

  • Allergie: Non deve essere utilizzata da chi ha una storia di allergia alla Fosfomicina.
  • Gravidanza e allattamento: L'uso della fosfomicina in gravidanza e durante l'allattamento deve essere attentamente valutato dal medico.
  • Insufficienza renale: La Fosfomicina deve essere usata con cautela nei pazienti con insufficienza renale.

Conclusione e consigli utili

La Fosfomicina rappresenta un'opzione terapeutica efficace e affidabile nel trattamento delle infezioni del tratto urinario e di altre infezioni batteriche. La sua somministrazione deve sempre avvenire in conformità alle indicazioni del medico e nel rispetto delle controindicazioni e delle avvertenze.

È fondamentale aderire scrupolosamente alle indicazioni mediche durante l'uso della Fosfomicina e comunicare prontamente al medico qualsiasi effetto indesiderato o variazione delle condizioni di salute. La corretta gestione del trattamento antibiotico è essenziale per garantire la risoluzione dell'infezione e prevenire lo sviluppo di resistenze batteriche.

Farmacia autorizzata

Farmaciaeuropea autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita online di farmaci da banco. Clicca qui per verificare i dati della farmacia.